Risanamento Olona, la Provincia fa sul serio

perstorpDal 1 giugno 2015 non sarà più in vigore la deroga per il parametro “aldeidi” per la ditta Perstorp (ex polo Montedison). Provincia di Varese dopo sei anni ha imposto il rispetto del limite fissato dalla legge mettendo fine alla deroga, una concessione che riguardava le acque scaricate da Perstorp nel collettore fognario collegato al depuratore e che aveva creato situazioni di disagio ai cittadini residenti ad Olgiate Olona, poiché lo scarico di queste sostanze nell’impianto era causa di emissioni di odori molesti.

Una decisione che ha trovato l’appoggio unanime in Conferenza dei servizi e che è in linea con quanto più volte espresso e richiesto dai Comuni, dalle comunità interessati e dalla risoluzione sul risanamento del fiume Olona approvata nel 2013 dal Consiglio Regionale.

Questo provvedimento dimostra in maniera concreta come la nuova amministrazione provinciale sia attenta alle problematiche del territorio e alle richieste dei nostri cittadini e dei nostri comuni. Ci siamo insediati da pochi mesi e crediamo di aver trovato una soluzione attenta all’ambiente, ai residenti e alla produttività del polo industriale. Auspichiamo infine che anche da parte di Perstorp ci sia un’assunzione di responsabilità e rispetto nei confronti del territorio in cui è insediata e dei cittadini. Sviluppo economico e tutela dell’ambiente devono andare di pari passo, le regioni del primo non possono più calpestare le ragioni del secondo.

Annunci

25 aprile 2015 #bellaciao #ilcoraggiodi

WP_20150425_002Questa mattina a Bisuschio abbiamo celebrato il 25 aprile insieme ai Sindaci e agli amministratori dei Comuni della Comunità Montana del Piambello. Abbiamo festeggiato con tanti bambini e ragazzi 70 anni di pace, democrazia e libertà.  ‪#‎bellaciao

Per me il 25 aprile è ‪#‎ilcoraggiodi‬ Giovanni e Franco che hanno combattuto in guerra e hanno resistito alla prigionia in Africa e in India. Grazie nonni, questo 25 aprile è anche vostro.

Una settimana intensa. Da a Santa Caterina fino ad un voto clamoroso in Consiglio

Quella appena finita è stata una settimana molto intensa, piena di momenti istituzionali importanti.

Mercoledì mattina, durante il convegno tenutosi a Villa Recalcati è stato presentato il “13° Rapporto sull’immigrazione straniera in provincia di Varese. – Annuario statistico Anno 2013”, rapporto redatto nell’ambito dell’attività dell’Osservatorio Regionale per l’integrazione e la multietnicità, realizzata in collaborazione con ISMU. Il rapporto, davvero molto interessante e con dati significativi è da leggere con attenzione. Lo potete trovare a questo link.

santa cGiovedì mattina insieme al Presidente Vincenzi ed ai tecnici della Provincia ci siamo recati a Leggiuno presso l’eremo di Santa Caterina del Sasso per un sopralluogo a meno di dieci giorni dall’apertura di Expo 2015. Abbiamo voluto verificare sul posto che tutto all’eremo sia pronto nel caso di una straordinaria affluenza di turisti. Per questo motivo abbiamo raggiunto l’accordo con gli Alpini delle sezioni di Varese e Luino per l’assistenza ai visitatori. Positivo anche il colloquio con il custode di Santa Caterina, padre Roberto Comolli, che si è augurato che la nuova Provincia, compatibilmente con la situazione economica, riesca a mettere in campo una programmazione sull’eremo, “un discorso che purtroppo si era interrotto con il presidente Galli”.

Continua a leggere

Inaugurazione Cippo Alpini a Cuveglio

WP_20150419_003Questa mattina a Cuveglio per l’inaugurazione del Cippo del Gruppo Alpini di Vergobbio-Cuveglio. Tante le autorità civili e militari presenti. Tra di loro anche Giuseppe Zamberletti (più volte ministro e fondatore della moderna Protezione Civile), il suo intervento uno dei momenti più intensi della manifestazione.

Ali di farfalla

farfallaCi sono storie di sport che valgono la pena di essere raccontate. Se parlano di sacrifici e di impegno, di record e di medaglie, sono di esempio per chi fa sport a tutti i livelli. Se poi nascono nel nostro territorio allora dobbiamo esserne orgogliosi. 

Sabato 5 aprile a Stettino in Polonia le ragazze della Unendo Yamamay di Busto Arsizio raggiungevano il secondo posto della Champions League, la più importante manifestazione europea per club di pallavolo femminile. Le “farfalle”, questo è il loro soprannome, venivano battute solo dalle forti turche dell’Eczacibasi di Istanbul. Un risultato storico per la società bustocca, ottenuto sbaragliando rivali costruiti su budget e investimenti (ad esempio squadre Turche o Russe) impensabili per il volley femminile italiano. Questo progetto sportivo e imprenditoriale ha collezionato dal 2009 ad oggi uno scudetto, una coppa Italia, due coppe CEV, un terzo ed un secondo posto in Champions League. Un esempio di programmazione seria, un’eccellenza della nostra provincia e dello sport italiano.

Giovedì 16 aprile a Berlino Federico Morlacchi, con il tempo di 58″91, stabiliva il nuovo record del mondo dei 100 farfalla S9. Ha scritto lui sulla sua pagina Facebook “Ci sono voluti sette lunghi anni, fra sofferenze e soddisfazioni, sognando quelle due lettere vicino al tempo… Finalmente dopo il muro a Berlino cade anche questo WR! 58.91 volte grazie a tutti!“. In questi anni Federico intanto ha pensato bene di vincere tre bronzi ai Giochi paralimpici di Londra, un oro, un argento ed un bronzo mondiali e ben 5 ori europei (ottenuti in una sola edizione dei campionati). Nato a Luino e cunardese di adozione, Federico gareggia per la Polha di Varese.

Le “farfalle” di Busto e i 100 metri a farfalla di Federico. Che bravi e che orgoglio per tutti noi. Possiamo solo immaginare quanto lavoro e sudore ci siano dietro a questi risultati. Perché come disse il fiore al Piccolo Principe “Devo pur sopportare qualche bruco se voglio conoscere le farfalle, sembra che siano così belle”.

Newsletter amministratori 17 aprile 2015

CONTRIBUTI PER MANIFESTAZIONI DI RILIEVO REGIONALE ANCHE A CARATTERE INTERNAZIONALE
La Regione concede contributi a enti, istituzioni, associazioni, comitati che intendono promuovere iniziative e manifestazioni di rilevo regionale, anche a carattere internazionale, ai sensi della l.r. n. 50 del 12 settembre 1986.
E’ possibile presentare domanda di contributo per iniziative e manifestazioni di rilievo regionale che attengano alle finalità di cui alla legge regionale 50/86 ed alle Linee guida approvate con DGR n. 3218 del 06/03/2015 (vedi normativa allegata), e che non abbiano scopo di lucro.
Sono ammesse alla valutazione solo le richieste:
– relative ad iniziative che abbiano già ottenuto il patrocinio/patronato di Regione Lombardia;
– il cui costo complessivo non superi i 200.000 euro;- relative ad iniziative che si realizzino completamente nel corso dell’anno solare corrente.
Il contributo di base è pari al 40% del disavanzo economico riguardante l’iniziativa (ovvero della differenza tra le spese ammissibili e le entrate);
Tale contributo può essere incrementato o diminuito nella misura massima del 50% in esito alla valutazione effettuata dall’ufficio competente. Il contributo finale massimo non può comunque essere superiore a 20.000 euro.
La domanda di concessione del contributo, pena la sua irricevibilità, deve pervenire a Regione Lombardia entro il 31 maggio 2015 (allegando la documentazione cartacea) per gli eventi che si svolgono tra il 1° gennaio 2015 e il 31 ottobre 2015   (farà fede esclusivamente la data di protocollo assegnata).
DOMANI ANCI GIOVANI A VARESE
La Consulta ANCI Giovani della Lombardia è stata recentemente ricostituita e ha approvato un programma di iniziative che prevede, tra l’altro, momenti d’incontro con i giovani Amministratori comunali lombardi, di età inferiore ai 35 anni (sono compresi i nati nel 1980). Il confronto è finalizzato alla conoscenza reciproca, all’approfondimento di tematiche relative alla Pubblica Amministrazione e alla gestione dei Comuni e alla possibilità di proporre iniziative/attività rivolte, in modo particolare, ai giovani che si stanno impegnando nelle amministrazioni comunali, con la possibilità di attivare percorsi formativi su tematiche di interesse condiviso. Domani, sabato 18 aprile, toccherà a Varese ospitare l’incontro presso la sala Montanari in via dei Bersaglieri.

Ecco il programma:
Ore 09.45 – Apertura lavori e saluti istituzionali
Ore 10.00 – Presentazione attività della Consulta ANCI Giovani Lombardia e confronto sui temi proposti durante l’Assemblea nazionale di Milano del 20 e 21 febbraio 2015 (Expo e identità territoriali – Innovazione sociale e occupazione giovanile – Smart cities e sviluppo sostenibile)
Irene Zappalà – Presidente della Consulta ANCI Giovani della Lombardia
Andrea Puma – Vice Presidente della Consulta ANCI Giovani della Lombardia
Ore 11.00 – Dibattito
Ore 12.30 – Conclusioni
OSSERVATORIO PROVINCIALE PER LA RIORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI POSTALI
La Provincia di Varese, insieme allo STER e ai Comuni interessati dal piano di riorganizzazione di Poste Italiane, presenti all’incontro a Villa Recalcati lo scorso 10 aprile, hanno deciso di istituire l’Osservatorio provinciale permanete per la riorganizzazione dei servizi postali. L’Osservatorio è lo strumento per fare fronte comune territoriale in questi delicati mesi di trattativa con Poste Italiane. Non si limiterà però alla trattativa e al monitoraggio della prospettata riorganizzazione degli uffici postali ma sarà luogo discussione ed elaborazione di proposte alternative per garantire in futuro a tutti i nostri Comuni quei servizi che oggi sembrano a rischio. Un territorio come il nostro merita servizi efficienti e capillari, adeguati per ogni fascia d’età. L’impegno non è quindi in una battaglia di retroguardia senza prospettive, l’intenzione invece è quella di ricercare soluzione concrete e innovative con l’ambizione di essere un territorio pilota.
Qui trovate il comunicato stampa ufficiale.


BANDI E CONTRIBUTI REGIONALI
Per monitorare costantemente la pubblicazioni di bandi vi segnalo la sezione dedicata sul sito di Regione Lombardia a questo link, e l’analoga sezione sul sito del Gruppo del Partito Democratico in Consiglio Regionale a questo link. Qui troverete tutte le informazioni, la modulistica e le indicazioni necessarie tempestivamente aggiornate.

Coppa del Mondo di Canottaggio, la Provincia mantiene il suo impegno. Ora tocca alla Regione.

Canottieri_lowNegli scorsi giorni, il Direttore generale del Comitato Organizzatore dei Campionati Internazionali di Canottaggio Luigi Manzo, ha inoltrato una comunicazione ufficiale alle istituzioni e alle federazioni italiana e internazionale di canottaggio nella quale richiama l’attenzione sulle difficoltà di reperire risorse economiche necessarie all’organizzazione della tappa di Coppa del Mondo in programma dal 19 al 21 giugno sul lago di Varese. Nella comunicazione del comitato si sottolineava in particolare la preoccupazione riguardo al contributo regionale che potrebbe arrivare con eccessivo ritardo in base alle esigenze organizzative e decurtato rispetto a quanto annunciato e promesso a più riprese dal Governatore Roberto Maroni.

Per quanto riguarda la Provincia di Varese, nonostante la ben nota situazione economica, grazie alla continua opera di revisione e contenimento delle spese, siamo riusciti a rispettare quanto di nostra competenza: un contributo al Comitato organizzatore di 50 mila euro più il personale necessario e il supporto tecnico logistico per lo svolgimento della manifestazione. Anche il Comune di Varese sta facendo tutto il possibile per garantire l’evento.

Ci uniamo quindi all’appello del Direttore generale del Comitato organizzatore affinché le promesse fatte vengano rispettate nei tempi e nell’entità del contributo annunciato lo scorso anno da Regione Lombardia.

Benvenute Germania, Olanda e Ungheria!

expo-445068Ieri sera nella prestigiosa location delle Ville Ponti la Camera di Commercio e le Istituzioni della provincia di Varese hanno dato il benvenuto alle delegazioni straniere che hanno scelto il nostro territorio come base durante Expo 2015: Germania, Olanda e Ungheria.

La Germania è uno dei Paesi che ha investito maggiormente per Expo, circa 20 milioni di euro per il padiglione, La delegazione tedesca è composta da circa 180 persone (la più numerosa in assoluto), un’operazione da 1,8 milioni di euro. Numeri minori, ma comunque importanti, sono quelli olandesi e ungheresi. Per tutta la durata dell’esposizione universale le delegazioni soggiorneranno nel capoluogo, a Busto Arsizio, a Gallarate e a Castellanza.

La scelta di Germania, Olanda e Ungheria è una vittoria per il nostro territorio che intorno alla  Camera di Commercio ha saputo fare sistema. Un risultato che avrà ricadute decisamente positive in attesa dell’arrivo dei flussi di visitatori dal 1° maggio in poi.

Istituito l’Osservatorio provinciale per la riorganizzazione delle Poste

IMG_0550Oggi pomeriggio insieme al Presidente della Provincia Vincenzi abbiamo incontrato i Sindaci dei paesi interessati alla chiusura e alla razionalizzazione degli uffici postali per fare il punto della situazione dopo la temporanea sospensione dell’azione di riorganizzazione annunciata da Poste Italiane.

L’incontro di oggi, cui hanno partecipato anche il rappresentante dello STER di Varese (Sede territoriale di Regione Lombardia), è servito per raccogliere osservazioni e indicazioni dai Sindaci che la Provincia di Varese porterà martedì prossimo al tavolo di confronto regionale convocato dal Sottosegretario Nava. Il Presidente Vincenzi nelle scorse settimane aveva incontrato i vertici delle Poste di Varese e i sindacati della funzione pubblica per cercare di costituire un fronte comune per trovare una soluzione a questa criticità. Un fronte comune che ha ben funzionato a livello istituzionale, anche grazie al lavoro del Consiglio Regionale e dell’Unione Province lombarde. Continua a leggere

L’edilizia scolastica al primo posto

11096666_10152749967950592_6643287363885876026_nQuesta mattina a Luino insieme ai funzionari e ai tecnici della Provincia abbiamo visitato l’ISIS Volontè, nelle sue sedi di via Lugano e via Cervinia, il Liceo Vittorio Sereni (nella foto) e il Centro di formazione professionale. Con i dirigenti scolastici abbiamo verificato lo stato degli stabili, delle aule e dei laboratori. Tutti i sopralluoghi hanno dato esito positivo. Nonostante le difficoltà dell’ente provincia la sicurezza degli ambienti dove studiano i nostri ragazzi è, e deve rimanere, al primo posto.

Non ho potuto nascondere una certa emozione nel visitare, in questa mia nuova veste istituzionale, il Liceo Sereni. Qui mi sono diplomato e in queste aule ho vissuto anni stupendi. Alcuni miei professori sono ancora in servizio, non è poi passato tanto tempo!