Ecco le benemerenze civiche assegnate ai cunardesi nel 2016

8a05bb6d-be8c-4a55-850b-6c6f13fb03e2
Questa mattina, presso la sala consiliare del Comune di Cunardo, si è svolta la cerimonia di consegna delle Benemerenze civiche 2016. Sono stati infatti premiati i cittadini, le associazioni e i gruppi che si sono distinti durante l’anno con opere concrete nel campo delle scienze, delle lettere, delle arti, del lavoro, della scuola, dello sport, con iniziative di carattere sociale, assistenziale e filantropico.

Da alcuni anni come Amministrazione comunale abbiamo voluto istituire ufficialmente le “Benemerenze civiche” perché proprio in questi momenti di difficoltà e di crisi socio-economica c’è bisogno di rendere merito a chi si impegna con passione e gratuità per la nostra comunità e a chi con i propri risultati porta prestigio al nome di Cunardo.

Qui sotto trovate tutti i premiati. E’ un elenco lungo, che ripercorre anni di storia della nostra comunità. Ci ricorda che dobbiamo ringraziare chi ci ha preceduto nel cammino e ci trasmette speranza e fiducia nei cunardesi di domani. Continua a leggere

Annunci

Le venti domande de “La Provincia”…

gerusalemOggi La Provincia di Varese ha pubblicato questa divertente intervista natalizia. Ecco cosa ho risposto alle loro 20 domande…”Il mio cuore è là, a Gerusalemme”
Paolo Bertocchi, capogruppo della lista Pd in consiglio provinciale, si svela. Tra Zucchero ed Estathè

1. Soprannome

Paul.

2. Età

35.

3. Professione

Funzionario regionale.

4. Innamorato? Continua a leggere

Fondi studenti con disabilità: un impegno mantenuto

disabili-1E’ stata una settimana decisiva per quanto riguarda Comuni, famiglie e studenti con disabilità della Provincia di Varese. Martedì 20 l’amministrazione Vincenzi, con l’assestamento di Bilancio, ha destinato più di 800 mila euro per il trasporto e l’assistenza degli alunni disabili, mercoledì 21 Regione Lombardia si è ripresa la competenza sulla materia e quindi la totale responsabilità di elargire i fondi necessari per garantire i servizi a partire dal prossimo anno scolastico.
Voglio esprimere la mia soddisfazione per i risultati raggiungi su un tema così delicato. Provincia di Varese ha condotto in questi mesi, insieme alle altre Province lombarde, una dura battaglia affinché la Regione si assumesse le sue responsabilità e garantisse i fondi necessari per questi servizi. Avevamo detto che su questo tema non avremmo arretrato di un millimetro e così è stato. Dal prossimo anno scolastico non ci saranno più dubbi per gli Enti locali e le famiglie: sarà Regione a dover garantire la gestione e soprattutto la copertura finanziaria dei servizi. Per quanto riguarda invece l’anno scolastico in corso i servizi saranno garantiti da uno stanziamento straordinario di fondi della Provincia di Varese di oltre 800 mila euro, provenienti dalla revisione dei bilanci portata a termine dal Cda e dal nuovo direttore dell’Agenzia Formativa provinciale. Continua a leggere

Report Consiglio provinciale del 20 dicembre

caricamento-temporaneo-per-contributo-p2bzyerlx0-577246-610x431

Martedì 20 dicembre in Consiglio provinciale è stato approvato l’assestamento di bilancio 2016, è stata data comunicazione del prelievo dal fondo di riserva ordinario e sono state approvate due importanti mozioni presentate dai gruppi di maggioranza “Civici e Democratici” ed “Esperienza civica”. La prima, approvata all’unanimità, aveva come oggetto la riorganizzazione della rete ospedaliera periferica (a questo link trovate il materiale proiettato durante la discussione e il dispositivo della mozione). Con la seconda invece, approvata solo con i voti della maggioranza, il Consiglio provinciale ha voluto esprimere la propria solidarietà ai lavoratori frontalieri e agli amministratori locali dei Comuni di frontiera dopo la chiusura unilaterale dei valichi da parte delle autorità elvetiche lo scorso 5 dicembre, invitando tutte le istituzioni a lavorare per difendere i buoni storici rapporti transfrontalieri tra Italia e Svizzera (a questo link trovate il testo integrale della mozione approvata).

Ecco i Consigli Comunali dei ragazzi di Cunardo, Ferrera e Valganna

ccrSono stati proclamati oggi, sabato 17 dicembre, i neo eletti Consigli Comunali dei Ragazzi di Cunardo, Ferrera e Valganna. Da tempo ci lavoravamo come amministrazione comunale cunardese  ed è bello che il progetto abbia visto la luce con la collaborazione degli altri due Comuni che fanno riferimento all’ICS Vaccarossi (un grazie alla preside Oprandi e alla professoressa Brenga). Il progetto ha la finalità di promuovere la partecipazione dei ragazzi e delle ragazze alla vita della propria comunità, attraverso proposte e attività ideate dagli stessi alunni e realizzate grazie alla collaborazione tra scuola e amministrazioni comunali. Un’esperienza di educazione alla cittadinanza, che aiuta a diventare cittadini del futuro, a gestire con senso di responsabilità i compiti ricevuti, collaborando con gli adulti e sviluppando le indispensabili competenze “sociali” quali l’ascolto, il confronto critico e il rispetto per le opinioni degli altri. L’iniziativa, pensata per i più giovani, ha anche una valenza per la tutta la popolazione, in quanto offre una prospettiva privilegiata dalla quale osservare, diventando un momento di educazione alla partecipazione per tutti, oltre che occasione di intervento positivo in quanto le condizioni di vita dei bambini costituiscono gli indicatori ambientali primari della vita di tutta la Comunità. Continua a leggere

Valichi, solidarietà ai frontalieri e agli amministratori.

valichiAbbiamo presentato una mozione urgente in Consiglio provinciale per esprimere la nostra solidarietà ai lavoratori frontalieri, agli amministratori locali e alle forze di polizia dopo quanto accaduto lunedì 5 dicembre. Comprendiamo la necessità della Polizia ticinese di intervenire a tutela della sicurezza, ma vogliamo richiamare tutti a mettere in campo azioni che abbiano una giusta misura, per evitare che si ripercuotano sui lavoratori frontalieri e che diventino occasione di strumentalizzazione da parte di chi vuole sabotare i buoni e storici rapporti di amicizia tra la Svizzera e l’Italia. Questo è il momento di costruire ponti.
Tutte le decisioni che riguardano la sicurezza dei cittadini italiani e svizzeri devono essere prese nei luoghi istituzionali e operativi di concertazione senza creare un danno alla libera circolazione dei lavoratori. In Consiglio provinciale chiederemo al Presidente Vincenzi di trasmettere quanto deliberato al Ministero degli Esteri, al Ministero dell’Interno e a Regione Lombardia, affinché, ciascuno per la propria competenza, esercitino tutte le azioni necessarie per tutelare i nostri lavoratori e le amministrazioni di frontiera e continuino a operare per mantenere solidi e leali rapporti di cooperazione con la Confederazione Elvetica e il Canton Ticino.
A questo link potete scaricare il testo integrale della mozione presentata.

Vincenzi assegna le deleghe ai consiglieri provinciali

giuntaIl Presidente della Provincia di Varese Gunnar Vincenzi, ai sensi dell’articolo 1 della legge 56/2014 e dell’articolo 14 dello Statuto, ha conferito le deleghe ai consiglieri provinciali.
I cittadini con il netto voto di domenica hanno confermato di volere mantenere le Province. Finisce quindi definitivamente la fase transitoria, torniamo a tutti gli effetti ad essere un ente di rango costituzionale al pari delle Regioni e dei Comuni.

Ecco nei dettagli i compiti della squadra di governo:
Marco Magrini, Vicepresidente con delega alle Attività produttive e ai Rapporti con le Istituzioni;
Paolo Bertocchi, Capogruppo “Civici e Democratici”, delega all’Istruzione e alla Formazione professionale;
Davide Tamborini, Capogruppo “Esperienza Civica”, delega alla Viabilità, Protezione civile e Nucleo faunistico, Sicurezza;
Valerio Mariani, delega all’Ambiente, al Territorio e Trasporti e Tpl;
Giuseppe Licata, delega al Bilancio e alle Politiche per il Lavoro;
Cristina Riva, delega alla Cultura, Turismo e Patrimonio;
Carmelo Lauricella, delega all’Inclusione sociale ed Edilizia scolastica;
Luca Paris, delega al Personale e Stazione unica appaltante.
Il presidente Vincenzi seguirà direttamente le deleghe al Servizio idrico integrato, alle Partecipate e allo Sport.
Continua a leggere

E quindi le Province?

gunnar

“E quindi le Province?”. E’ la domanda che oggi in molti mi hanno posto. Facciamo il punto. Dopo il voto di ieri le Province rimangono enti di rango costituzionale al pari di Regioni e Comuni. Il loro funzionamento è normato dalla Costituzione e dalla legge 56/2014 (legge “Delrio”). Il presidente Vincenzi e il Consiglio Provinciale rimarranno in carica fino all’ottobre 2018.
Finisce quindi la fase “di transizione”, un finale forse inaspettato ma così hanno deciso gli elettori. Niente abolizione, si ritorna al 2014.