Riforma del Terzo settore, negoziazione sociale, nuovo ospedale Busto

Nessun testo alternativo automatico disponibile.Lunedì 23 presentazione della riforma del Terzo settore
Negli scorsi mesi il Governo ha deliberato i decreti di attuazione della legge delega sul Terzo settore. Per questo motivo il Partito Democratico della provincia di Varese ha voluto promuovere un incontro con chi questa legge l’ha promossa, costruita e seguita. Lunedì 23 ottobre alle 18.30, a Varese, presso il Collegio De Filippi in via Brambilla 15, si terrà infatti un incontro pubblico con l’On. Luigi Bobba, Sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
L’incontro sarà l’occasione per fare il punto su quanto già fatto e su quanto c’è ancora da fare sulla riforma del Terzo Settore recentemente approvata.
Saranno presenti anche alcuni dei principali protagonisti del mondo del non profit che in provincia di Varese è una realtà molto vivace e significativa. Vista l’importanza del tema per il nostro territorio, tutti gli amministratori “Civici e Democratici” sono inviati.

Negoziazione sociale tra Comuni e Sindacati
La prossima settimana Cgil, Cisl e Uil presenteranno le linee guida sulla negoziazione sociale per l’anno 2018 in provincia di Varese. In Lombardia, la negoziazione sociale con gli Enti locali ha una storia più che ventennale. I primi accordi risalgono al 1994; da allora ad oggi, con Regione Lombardia, Enti locali e Associazioni lombarde, sono stati siglati 5.500 documenti, suddivisi tra accordi, protocolli o verbali d’intesa. Il valore della negoziazione sociale, è ormai riconosciuto dall’ANCI regionale, che ha sottoscritto con le sigle confederali un Protocollo di Relazioni. Nelle prossime settimane i Sindacati invieranno a tutti i Comuni una richiesta di incontro preliminare; la disponibilità delle sigle sindacali di siglare alleanze con i nostri Comuni è una opportunità da cogliere per rafforzare la rete a sostegno delle fragilità delle nostre comunità.

Nessun testo alternativo automatico disponibile.Ospedale unico Busto-Gallarate?
La Regione Lombardia attraverso l’approvazione in Giunta regionale di uno schema di Protocollo d’intesa tra la Regione stessa, i comuni di Busto Arsizio e di Gallarate, la ASST della Valle Olona e la ATS dell’Insubria, ha manifestato l’intento di arrivare ad un Accordo di Programma per la realizzazione di un nuovo “ospedale unico” in sostituzione degli attuali ospedali di Busto Arsizio e di Gallarate. Rispetto a questa ipotesi il Partito Democratico ha organizzato una serata di confronto martedì 24 ottobre a Busto Arsizio, alle 21 a Villa Calcaterra. Interverranno il direttore generale della ASST Valle Olona, Giuseppe Brazzoli, il segretario regionale del PD Lombardo, Alessandro Alfieri, il capogruppo PD in commissione sanità regionale, Carlo Borghetti, e il docente della Università Bocconi Francesco Longo, esperto di governance sanitaria.
Quali benefici si possono portare ai cittadini rispetto alle due attuali strutture? È stato fatto un confronto tra l’ipotesi “ospedale unico” e una ipotesi di rilancio dei due attuali ospedali? Quali dimensioni e servizi dovrebbe avere un nuovo “ospedale unico”? È stato considerato il contesto della rete ospedaliera territoriale ampia già esistente? Quale costo avrebbe l’intervento? Con quali risorse, e a carico di chi, si realizzerebbe l’opera? Sono disponibili queste risorse? Queste sono le principali domande alle quali Regione dovrà al più presto dare risposte.

Annunci