Notizie dal territorio, 30 dicembre 2017

cropped-bertocchi-pdEcco la mia newsletter “Notizie dal territorio” del 30 dicembre 2017.

BANDI, CONTRIBUTI, FINANZIAMENTI
Regione Lombardia ha approvato la riapertura del Fondo di rotazione (FRISL), ovvero il fondo che offre contributi per realizzare nuove strutture a servizio dell’attività degli Oratori. Obiettivo del fondo è quello di promuovere e sostenere iniziative a favore delle Parrocchie mediante azioni di sostegno e valorizzazione della funzione sociale ed educativa svolta negli oratori, attraverso progetti che riguardino la realizzazione di nuove strutture e il miglioramento dell’accessibilità e della fruibilità delle strutture esistenti. Cinque i milioni di euro a disposizione. Le domande potranno essere presentate dal primo marzo 2018 fino al 15 maggio 2018. A questo link trovate la delibera con le informazioni sul FRISL 2018/2019. 

NOTIZIE DALLA PROVINCIA DI VARESE
Anche per il 2017 la Provincia di Varese ha raggiunto il pareggio di bilancio. L’esercizio annuale è stato infatti approvato dal Consiglio provinciale dopo il voto dell’assemblea dei Sindaci.Soddisfazione doppia perchè subito dopo la Corte dei Conti ha accertato per il secondo anno il pieno rispetto degli obiettivi del piano di riequilibrio finanziario, piano che abbiamo sottoscritto a causa del buco milionario lasciatoci “in regalo” dalla gestione leghista. A proposito, il processo penale per il buco riprenderà al Tribunale di Varese a gennaio. Come Provincia ci siamo costituiti parte civile, sono proprio curioso di ascoltare le tesi della difesa. Dopo tre anni dalla nostra denuncia è davvero arrivato il momento di accertare tutte le responsabilità.

Buone notizie arrivano invece dalla legge di bilancio 2018 approvata dal Parlamento. Dal prossimo anno infatti verranno azzerati i tagli alle Province e potremo tornare a programmare gli interventi sulle scuole superiori e sulle strade provinciali.
Dicembre è mese di rendiconto anche per la collaborazione in atto tra Provincia di Varese, Azienda socio sanitaria dei sette laghi (ASST) e Cesvov, le notizie sono positive. La scorsa settimana abbiamo presentato i risultati del corso di formazione sui temi della sicurezza per i volontari che prestano servizio presso l’ospedale di Varese. Nel 2017 lo hanno frequentato centinaia di volontari, appartenenti a quasi 50 associazioni. Tramite l’Agenzia formativa della Provincia siamo riusciti a formare un numero importante di persone con un costo minimo per le associazioni. Un bellissimo esempio di “fare rete” sul territorio che mi rende particolarmente soddisfatto. L’impegno è ora quello di rafforzare e aumentare queste preziose collaborazioni.

CONTRASTO AL GIOCO D’AZZARDO PATOLOGICO
In questi ultimi due mesi, grazie alla campagna promossa dal settimanale Vita.it, l’agenzia dei Monopoli sta trasmettendo ai Comuni che ne hanno fatto richiesta i dati disaggregati sulla spesa per i giochi d’azzardo (slot machine, gratta e vinci, scommesse e le altre tipologie di giochi). Nel 2016, nei 139 Comuni della Provincia di Varese, sono stati “giocati” 1.138.351.287,92 euro. Un miliardo e centotrentotto milioni di euro (!!!). Un cifra che fa gelare il sangue, alla quale bisogna purtroppo sommare il gioco online. I dati dei singoli Comuni impressionano, se possibile, ancora di più. Insieme all’associazione AND (Azzardo e nuove dipendenze), da anni in prima linea in provincia di Varese e in tutta Lombardia, stiamo lavorando per presentare nei primi mesi del 2018 uno studio approfondito su questi dati. L’obiettivo è quello di dare a chi lavora sul territorio, nelle amministrazioni e nel terzo settore, strumenti per prevenire e contrastare i fenomeni che derivano da questa piaga (non solo la ludopatia ma anche i fenomeni legati alla circolazione di un così grande flusso di denaro, soprattutto contante, sul territorio) e indicazioni precise per chi dovrà legiferare sulla materia a Roma come in Regione. Vi terrò aggiornati. Per chi volesse intanto conoscere i dati del proprio Comune, anche se con qualche margine di approssimazione, può consultare il database online pubblicato da l’Espresso a questo link.

POLITICA REGIONALE E NAZIONALE
Continua il viaggio del candidato del centrosinistra alle prossime elezioni regionali, Giorgio Gori. Potete seguirlo sulla pagina facebook GORI100. Chi volesse scrivere a Gori, proposte, idee, consigli, critiche o suggerimenti può farlo alla mail giorgio@giorgiogori2018.it. Chi invece volesse costituire un comitato Gori nel proprio paese, nel proprio quartiere o nella propria città, può farlo online seguendo le istruzioni al sito www.xgori.it Ipsos ha pubblicato il sondaggio, commissionato dal Pd, sulle intenzioni di voto dei lombardi: la forbice tra Maroni e Gori è di soli 6 punti, con il sindaco di Bergamo in continua ascesa (43% a 37%, con i grillini fermi al 20%). La sfida rimane difficile ma è tutta da giocare, fino alla fine.
Mercoledì 20 dicembre è stato approvato al Pirellone l’ultimo bilancio della legislatura regionale. Ora è ufficiale anche sulla carta e nei numeri: le promesse di Maroni di cinque anni fa non sono state onorate. Parliamo del trattenimento del 75% delle tasse in Lombardia, l’azzeramento del bollo auto, dell’Irap e dei ticket sanitari. E non regge il solito e vecchio ritornello sui tagli di Roma, perché sono arrivati dal Governo 80 milioni in più per le infrastrutture grazie al Patto per la Lombardia, venti milioni in più per i trasporti, più risorse per il fondo sociale e anche per la sanità.
La Camera ha approvato definitivamente la legge di Bilancio 2018. Molte le novità: dagli sgravi alle imprese per le nuove assunzioni a tempo indeterminato al rinnovo del contratto per il pubblico impiego, dal bonus bebè al raddoppio delle detrazioni per i figli a carico, dalla proroga di un anno dell’APE volontaria alle assunzioni straordinarie delle forze di polizia e del corpo dei Vigili del fuoco, qui trovate tutte le novità introdotte dalla legge. 

Sergio Mattarella ha firmato il decreto presidenziale per lo scioglimento anticipato delle Camere. Le elezioni politiche si terranno domenica 4 marzo. Praticamente certo a questo punto l’accorpamento con le elezioni regionali in un unico election day.
Annunci