News dal territorio, 18 settembre 2017

newsletter-cellulareMARTEDI’ 26 INCONTRO SU AZZONAMENTO NUOVI AMBITI DISTRETTUALI
In applicazione della riforma sanitaria Regione Lombardia dovrà deliberare entro dicembre gli ambiti distrettuali (“piani di zona”) che dovranno raggiungere la soglia minima di 80.000 abitanti (deroghe invece sono previste in casi particolari, come ad esempio la presenza di Comunità montane e/o aereoporti). Al fine di verificare la congruenza tra i confini dei vecchi e dei nuovi ambiti distrettuali, ed eventualmente avanzare una proposta alla Regione, è convocato un incontro degli amministratori “Civici e Democratici” interessati, MARTEDI’ 26 SETTEMBRE alle ore 19.00 a Varese, presso la sede provinciale del Pd (viale Monte Rosa).

MERCOLEDI’ CONFERENZA DEI COMUNI DELL’ATO
Mercoledì 20 settembre, alle ore 17.00 si terrà a Varese, presso la sede della Provincia la Conferenza dei Comuni dell’Ambito Territoriale Ottimale della Provincia di Varese.  All’ordine del giorno due importanti delibere.

Annunci

Newsletter amministratori, 8 maggio 2017

newsBANDO REGIONALE EDILIZIA SCOLASTICA: AI COMUNI MENO DELLA META’ DEI FONDI STANZIATI
Nello scorso mese di febbraio, su sollecitazione del gruppo del Partito Democratico, Regione Lombardia aveva aperto il bando per l’edilizia scolastica 2017, finalizzato alla realizzazione di lavori di manutenzione urgente sulle scuole. La cifra a disposizione per l’intera regione era di 9 milioni di euro, certamente esigua rispetto alle necessità manifestate dagli enti locali. Ieri è stata pubblicata la delibera di assegnazione dei fondi e si scope che dei 9 milioni ne sono stati assegnati solo circa 4,5 che hanno esaurito tutte le richieste presentate e dichiarate ammissibili. A questo link trovate la delibera con i 42 Comuni e le 2 Province finanziate. L’assegnazione di una parte così esigua dei fondi stanziati pone davvero molte domande rispetto al lavoro fatto dalla Giunta Regionale. Una tempistica eccessivamente ristretta per le reali possibilità degli uffici di molti Comuni ha reso di fatto impossibile l’assegnazione di quasi 4,5 milioni di euro. Una beffa per tanti enti locali e un errore imperdonabile di Regione Lombardia su un tema così delicato.
Continua a leggere

Tavolo regionale disservizi Poste. Continua il monitoraggio

Risultati immagini per palazzo lombardia tavolo posteQuesta mattina la Provincia di Varese e la Provincia di Brescia hanno rappresentato le Province lombarde al Tavolo Regionale convocato dal sottosegretario Nava in merito ai disservizi di Poste Italiane. L’incontro, che si è tenuto a Palazzo Lombardia, fa seguito ai Tavoli territoriali che si sono costituiti e riuniti nelle diverse Province in queste ultime settimane.

Dal Tavolo Regionale è emerso che le criticità maggiori hanno riguardato le province di Como e Cremona, Lecco, Lodi, Brescia, Pavia e Varese e il disservizio principale è quello riferito ai ritardi di consegna della corrispondenza. Due i temi emersi dall’incontro concluso qualche ora fa: il primo è che i disservizi di Poste Italiane si sono registrati su un ampio territorio regionale e il secondo è che, anche a seguito delle azioni promosse dalle Province, da febbraio a oggi, si è registrato un miglioramento dei servizi dovuto alle misure messe in campo da Poste Italiane, le quali hanno provveduto all’assunzione di nuovo personale. Continua a leggere

Newsletter amministratori, 22 ottobre 2015


newsletterPROROGA DUP E BILANCIO 2016
La Conferenza Stato-Città ha prorogato al 31 dicembre 2015 il termine del 31 ottobre per la presentazione, da parte degli Enti Locali, del Documento Unico di Programmazione (DUP) per il 2016.

ANCI aveva avanzato questa richiesta in ragione del fatto che al momento non sussistono gli elementi necessari per una corretta compilazione del DUP: in particolare, sussiste ancora incertezza normativa riguardo l’eliminazione di importanti segmenti di prelievo immobiliare e le relative modalità di compensazione, nonché indeterminatezza circa i vincoli di finanza pubblica e il superamento del Patto di stabilità interno. Il DUP prevede infatti una programmazione delle entrate e della spese molto analitica, in particolare per la parte ‘‘operativa” del documento, che allo stato attuale rischia di concretizzarsi in un inutile aggravio, dovendo poi essere radicalmente rivisto alla luce delle norme di cui si attende l’emanazione con la Legge di Stabilità 2016, che ha appena iniziato il suo iter parlamentare.
La Conferenza Stato-Città ha inoltre stabilito che l’aggiornamento del DUP dovrà operarsi entro il 28 Febbraio, e ha prorogato al 31 marzo il termine per l’approvazione dei bilanci 2016. 

Continua a leggere

Riparto corretto Patto stabilità territoriale e contributi piccoli Comuni

Logo-ANCIPATTO DI STABILITA’ TERRITORIALE: RIPARTO CORRETTO
In conseguenza di errori materiali di compilazione da parte di alcuni enti, Regione Lombardia ha provveduto a una correzione dei dati relativi alla distribuzione del plafond 2015 relativamente al Patto Verticale incentivato e del patto orizzontale. La graduatoria definitiva la potete trovare a questo link.

RISORSE PER PICCOLI COMUNI FONDO DI SOLIDARIETÀ
La Conferenza Stato-Città ed Autonomie locali ha dato il via libera allo schema di decreto interministeriale per il riparto di circa 30 milioni di euro che andranno prevalentemente ai Comuni di minore dimensione demografica.
Questo importante risultato è frutto di un’intesa tra il Governo e Anci, si recuperano così risorse derivanti da un residuo non utilizzato dell’accantonamento del Fondo di solidarietà comunale 2014, residuo che l’Associazione dei Comuni aveva chiesto di destinare a quelli eccessivamente penalizzati dal riparto del 20% dello stesso Fondo basato sui nuovi criteri perequativi (fabbisogni e capacità’ fiscali standard). I Comuni più colpiti risultavano quelli di minore dimensione demografica la cui tenuta finanziaria, in assenza del provvedimento in questione, sarebbe stata seriamente compromessa, anche in considerazione dell’elevato grado di rigidità che notoriamente caratterizza i relativi bilanci.
A questo link trovate lo schema del decreto con il riparto Comune per Comune.

Patto di stabilità territoriale 2015

pattoRegione Lombardia e ANCI hanno reso note oggi le tabelle di riparto degli spazi finanziari attribuiti da Regione Lombardia tramite il patto di stabilità territoriale per il 2015 (patto verticale e patto orizzontale).

Il plafond complessivo è di € 170.572.596,66 di cui € 42.643.149,17 destinato alle Province e alla Città Metropolitana di Milano ed € 127.929.447,50 ai Comuni. L’utilizzo del plafond assegnato ai Comuni riguarda anche i pagamenti di competenza del 2015 grazie alle modifiche introdotte dal Governo con il DL 78/2015.

Riparto patto verticale (Regione Lombardia mette a disposizione degli enti locali lombardi un plafond che sarà utilizzato per effettuare i pagamenti in conto capitale).
Riparto patto orizzontale (consiste nello scambio reciproco di spazi finanziari tra enti, nell’ambito del quale Regione Lombardia svolge un ruolo di regolazione).

La suddivisione del plafond è avvenuta sulla base delle richieste degli enti e di criteri che sono stabiliti da un accordo tra Regione Lombardia, ANCI Lombardia e UPL ed integrati da quanto deciso dal Consiglio Regionale, così come previsto dall’art 9 della L.R. 11/2011, in relazione all’entità dei residui passivi in conto capitale alla data del 31 dicembre 2014, alla disponibilità di cassa e, per il 20%, in base all’Indice Sintetico di Virtuosità 2015 calcolato sui dati contenuti nei Certificati di Conto Consuntivo del triennio 2011-2013.

Proprio la maggiore incidenza dell’indice di virtuosità è una delle novità di più grande peso, che potrebbe rendere non comparabili i dati di riparto del 2015 con quelli degli anni precedenti.

Sul portale di ANCI Lombardia (a questo link) sono disponibili, oltre alle tabelle, anche i documenti dell’indice sintetico di virtuosità (graduatoria, metodologia e relazione conclusiva del gruppo di lavoro che ha elaborato l’indice), nonché la circolare dell’Associazione dei Comuni che riporta ulteriori elementi di dettaglio circa il riparto e le modalità d’impiego degli spazi.

Newsletter amministratori, 9 settembre 2015

newsletter-iconNUOVO SEGRETARIO GENERALE DELLA PROVINCIA DI VARESE

Dal primo settembre il Dott. Ciro Maddaluno è il nuovo segretario generale della Provincia di Varese (segreteria.generale@provincia.va.it, telefono: 0332/252399). Già segretario generale della città di Empoli e poi di Vimercate, a questo link potete trovare il suo curriculum vitae. Subentra al Dott. Francesco Tramontana approdato nel frattempo al Comune di Varese. A Tramontana va il ringraziamento di tutta l’amministrazione provinciale per il lavoro svolto in questi mesi, sia come segretario che come dirigente finanziario di Villa Recalcati. Anche grazie alla sua competenza è stato possibile accertare il disavanzo di bilancio e iniziare l’opera di risanamento dell’ente. Ma come, proprio il sindaco di Varese Attilio Fontana che in ogni occasione e su ogni media aveva contestato, per conto della Lega Nord, la nostra denuncia dei conti della Provincia ora sceglie come suo segretario comunale proprio colui il quale ha contribuito a smascherare l’ormai famoso buco? Si, è proprio così. Questa scelta mette la parola fine alle sceneggiate leghiste ed è di fatto il riconoscimento del serio e impegnativo lavoro svolto dell’amministrazione Vincenzi.

APPROVATO IL BILANCIO CONSUNTIVO 2014 DELLA PROVINCIA. 30 MILIONI DI DISAVANZO.
Il Consiglio provinciale il 4 agosto ha approvato il bilancio consuntivo 2014 dell’ente. Come purtroppo previsto il rendiconto si è chiuso con oltre 30 milioni di euro di passivo. Un risultato pesante dovuto alla presenza di residui attivi insussistenti mai cancellati durante la gestione commissariale. A questi si dovranno poi aggiungere 22 milioni di euro che la Provincia deve allo Stato per effetto della spending review e che non sono mai stati accantonati negli scorsi anni. Oltre 50 milioni di euro che mettono l’ente Provincia in una situazione di estrema criticità. Alla luce della gravità della situazione è continuo il rapporto con la Corte dei Conti e con il Governo per provare a mettere in campo tutte le azioni necessarie per evitare il dissesto e consentire la continuità dell’erogazione dei servizi a Comuni e cittadini. Non sarà facile ma insieme al Presidente Vincenzi ce la metteremo tutta. A questo link trovate i documenti sul bilancio consuntivo 2014. 

Continua a leggere

Newsletter amministratori 13 maggio 2015

EdiliziaScolasticaGRADUATORIE BANDO FONDI BEI – EDILIZIA SCOLASTICA
Ieri Regione Lombardia ha pubblicato le graduatorie per il bando mutui edilizia scolastica (fondi BEI). Trovate tutti i dettagli a questo link. Si tratta di quattro diverse graduatorie: una per i Comuni (allegato A), una per le Province (allegato B), gli interventi inseriti negli elenchi per le annualità 2016 e 2017 e gli interventi che non è stato possibile includere a causa di vizi formali nella presentazione delle domande (allegato C), le domande ritenute non ammissibili (allegato D).

Gli allegati “A”, “B” e “C” sono stati trasmessi al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che provvederà a trasmettere la documentazione pervenuta da tutte le Regioni al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e ad inserire il tutto in un’unica programmazione nazionale, che potrà trovare attuazione nei limiti delle risorse finanziarie che saranno rese disponibili.
Appena il Governo renderà quindi nota la quantità di fondi a disposizione e la ripartizione tra le Regioni sarà possibile capire quali e quanti Comuni avranno diritto ai finanziamenti.

Per i Comuni che sono stati inseriti negli elenchi C e D il consiglio è quello di chiedere ufficialmente a Regione Lombardia le motivazioni di tali decisioni per valutare eventuali azioni e/o ricorsi.

100 MILIONI DI EURO PER LE INFRASTRUTTURE DEI PICCOLI COMUNI
E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Convenzione che il Ministero delle Infrastrutture ha siglato con ANCI per definire modalità e criteri per l’accesso ai 100 milioni di euromessi a disposizione dallo Sblocca Italia per opere infrastrutturali dei piccoli Comuni.
Le richieste da parte degli Enti interessati (Comuni che, sulla base dei dati anagrafici risultanti dal censimento della popolazione 2011, avevano una popolazione inferiore ai 5.000 abitanti e i Comuni risultanti da fusioni tra Comuni ciascuno dei quali con popolazione inferiore a 5.000 abitanti) possono essere inoltrate a partire dalle ore 9:00 di oggi, mercoledì 13 maggio, secondo le modalità riportate nella convenzione che trovate a questo link. Nel rinviare per i necessari approfondimenti a quanto riportato nella Convenzione e nei relativi allegati, si ricorda che gli interventi per essere ammissibili dovranno rientrare nelle seguenti tipologie:
a) qualificazione e manutenzione del territorio, mediante recupero e riqualificazione di volumetrie esistenti e di aree dismesse, nonché riduzione del rischio idrogeologico;
b) riqualificazione e incremento dell’efficienza energetica del patrimonio edilizio pubblico, nonché realizzazione di impianti di produzione e distribuzione di energia da fonti rinnovabili;
c) messa in sicurezza degli edifici pubblici, con particolare riferimento a quelli scolastici, alle strutture socio-assistenziali di proprietà comunale e alle strutture di maggiore fruizione pubblica.
Sono finanziabili progetti per investimenti da 100 mila a 400 mila euro. L’assegnazione delle risorse statali avverrà in base alle graduatorie definite in relazione alla consistenza dei piccoli Comuni per ogni Regione previa assunzione, da parte dell’Ente interessato, dell’impegno a procedere alla pubblicazione del bando di gara o della determina a contrarre entro il 31 Agosto 2015.

Continua a leggere

Newsletter amministratori 28 ottobre

villa-recalcati-

QUESTA SERA PRIMO CONSIGLIO PROVINCIALE
Questa sera a Varese, alle ore 21.00, presso la sede della Provincia in piazza Libertà 1, si terrà il primo Consiglio Provinciale presieduto da Gunnar Vincenzi. All’ordine del giorno la convalida degli eletti, il giuramento del Presidente e la presentazione delle linee programmatiche. Per il nostro territorio sarà un evento storico, dopo oltre vent’anni di presidenza leghista. Vi ricordo che la seduta del Consiglio provinciale è aperta al pubblico.
A questo link trovate la convocazione e l’odg ufficiale.

GESTIONI ASSOCIATE OBBLIGATORIE: EMANATA CIRCOLARE PER CHIARIMENTI E DEROGHE
Regione Lombardia ha diramato la circolare n. 8 del 22/10/2014 contenente alcuni chiarimenti in merito ai limiti demografici minimi delle forme di gestione associata e alla deroga regionale all’obbligo di gestione associata per i singoli Comuni.
Tre sono le tipologie di richiesta di deroga individuate nella circolare, previste dagli artt. 8 e 10 della legge 22/2011 e dall’art. 21, commi 4-8, della legge regionale 24/2014:
1. deroga ai limiti demografici;
2. deroga all’obbligo per il Comune confinante unicamente con Comuni non tenuti all’esercizio delle funzioni fondamentali in gestione associata e che abbiano manifestato la volontà di non associarsi con il Comune in obbligo;
3. deroga all’obbligo per il Comune che ha superato la soglia demografica di 5.000 abitanti ovvero di 3.000 abitanti, se appartiene o è appartenuto alla Comunità Montana, in data successiva all’entrata in vigore del decreto legge 78/2010, ovvero dopo il 31 maggio 2010.
Le richieste di deroga, integrate con la documentazione prevista dalla circolare, dovranno pervenire entro il 21 novembre 2014 sulla casella di posta elettronica certificata:presidenza@pec.regione.lombardia.it
Per informazioni è possibile contattare la Struttura Centrale Semplificazione, Digitalizzazione e Riorganizzazione dei Processi Amministrativi nelle Autonomie Locali – U.O. Riforme Istituzionali e Riordino degli Enti Territoriali: telefono 02/6765 5695, indirizzo di posta elettronica monica_mussetti@regione.lombardia.it.
A questo link trovate il testo integrale della circolare.

ASSEMBLEA NAZIONALE ANCI
“2015, Italia è ora” è il titolo della XXXI Assemblea annuale dell’ANCI che si terrà dal 6 all’8 novembre prossimi a Milano, unitamente alla XVII Assemblea Congressuale che vedrà la riconferma di Piero Fassino come Presidente dell’Associazione. Durante gli incontri congressuali che si terranno nei 3 giorni gli Amministratori potranno formulare delle proposte da presentare ai rappresentanti delle Istituzioni che interverranno nei diversi eventi. L’appuntamento si terrà presso il MiCo – Milano Congressi (ingresso da Viale Eginardo – MM Linea 1 “Rossa” Fermata Amendola o Lotto).
Qui potete scaricare il programma dell’assemblea.