Interrail giovani Lombardia

Risultati immagini per interrail giovani lombardiaÈ stata presentata questa mattina dai gruppi di maggioranza in Consiglio provinciale la mozione a sostegno del progetto “Interrail giovani Lombardia”. Il progetto prevede l’istituzione di un pass gratuito che permetta ai giovani tra i 16 e i 29 anni, residenti in Lombardia, di viaggiare gratuitamente per quattro mesi sulla rete del trasporto locale pubblico e di accedere a musei, parchi, mostre, collezioni e ville presenti numerosi nella nostra regione. La mozione è composta da un atto di indirizzo affinché l’Agenzia del trasporto pubblico locale preveda questo progetto nella prossima riorganizzazione del sistema e da una richiesta a Regione Lombardia affinché, tramite Trenord, metta in campo tutti gli atti e le risorse necessarie per far partire questo progetto dall’estate 2018.

A questo link è a disposizione la mozione per gli Amministratori che volessero sostenere il progetto nei propri Consigli comunali.ozione Interrail Comuni
Continua a leggere

Annunci

Grazie a tutti per un grande risultato di squadra

varese-palazzo-recalcati-2La lista “Civici e Democratici” alle elezioni per il rinnovo del Consiglio Provinciale si è confermata prima forza eleggendo ben sei consiglieri. Questo risultato ha permesso al centrosinistra di mantenere una maggioranza in grado di supportare l’attività del presidente Gunnar Vincenzi. Un risultato non scontato. Sapevamo tutti quanto fosse difficile sfidare questo centrodestra, forte di tre città su quattro e rafforzato dalla lista dell’ex vicepresidente Ginelli. Siamo così riusciti a consegnare al presidente Vincenzi una maggioranza capace di portare avanti quanto iniziato in questi primi due anni di mandato. Come capogruppo uscente voglio ringraziare tutti gli amministratori Civici e Democratici. Abbiamo raggiunto i 31.442 voti ponderati, questo vuol dire che abbiamo portato a votare tanti amministratori che hanno creduto nella serietà della nostra proposta, nessuno è rimasto a casa (nel 2014 raggiungemmo i 34.000 voti ma il centrosinistra amministrava due città su quattro). Abbiamo trainato la coalizione mettendo in campo una squadra molto forte e competitiva, nove candidati hanno addirittura hanno superato i 1.800 voti ponderati. Grazie davvero a tutti e 16 i candidati, ciascuno ha portato il proprio contributo. Positiva inoltre è stata la collaborazione con la lista “Esperienza civica” che ha contribuito al risultato. Permettetemi infine un ringraziamento speciale e personale per i consiglieri uscenti Laura Cavalotti e Vincenzo Proto. Entrambi hanno ottenuto più preferenze che nel 2014 ma non sono riusciti a confermarsi. A loro va un grazie gigantesco per come hanno seguito la delicatissima partita del bilancio. Tutti conoscete l’enorme lavoro che ha fatto Laura in questi due anni, e l’importanza della Stazione Unica Appaltante della quale Vincenzo ha coordinato la delicata fase di avvio. Entrambi insieme ad Alberto Tognola, Fabrizio Mirabelli e Alfonso Attardo hanno servito (e credetemi è il caso di usare questo verbo) l’istituzione provinciale lungo tutto il loro mandato con grande competenza e senza risparmiarsi un secondo.

Il gruppo consiliare dei Civici e Democratici per il biennio 2016/2018 sarà così composto:

Paolo Bertocchi (4.966 voti ponderati),
Valerio Mariani (3.966),
Giuseppe Licata (3.523),
Luca Paris (2.974),
Carmelo Lauricella (2.911)

 

Elezioni provinciali 2016. Si parte!

civici-e-demSabato 15 ottobre si terranno le elezioni per il rinnovo del Consiglio provinciale, il Presidente Vincenzi rimarrà invece in carica fino al 2018 (si vota dalle ore 8.00 alle ore 20.00 presso i seggi allestiti a Varese a Villa Recalcati, possono votare solo i Sindaci e i consiglieri comunali dei Comuni della provincia). In vista di questo importante appuntamento gli amministratori “Civici e Democratici” hanno deciso di continuare la positiva esperienza dell’alleanza tra amministratori civici e di centrosinistra. Per questo motivo ci siamo messi al lavoro per presentare una lista forte e competitiva, capace di replicare il successo di due anni fa. Grazie alle disponibilità emerse dal territorio siamo riusciti a costruire una squadra all’altezza capace di rappresentare tutto il territorio provinciale e le diverse dimensioni dei Comuni.
Ecco la squadra: 5 conferme e 11 novità, 30% di donne, 4 Sindaci, 1 vicesindaco, 2 assessori, 1 presidente di Consiglio Comunale, 8 consiglieri comunali.
LA LISTA “CIVICI E DEMOCRATICI”
Gianmario Bernasconi (Sindaco di Azzate)
Paolo Bertocchi (Assessore a Cunardo e consigliere provinciale uscente)
Laura Cavalotti (Sindaco di Tradate e consigliere provinciale uscente)
Carlo Alberto Garzonio (Consigliere comunale a Sumirago)
Giuseppe Intrieri (Assessore a Vergiate)
Vittorio Landoni (Sindaco di Gorla Minore)
Carmelo Lauricella (Consigliere comunale a Gallarate e consigliere provinciale uscente )
Giuseppe Licata (Sindaco di Lozza)
Valerio Mariani (Presidente consiglio comunale di Busto Arsizio e consigliere provinciale uscente)
Debora Pacchioni (Consigliere comunale a Cislago)
Luca Paris (Consigliere comunale a Varese)
Luca Perencin (Consigliere comunale a Lonate Pozzolo)
Vincenzo Proto (Vicesindaco di Cardano al Campo e consigliere provinciale uscente)
Cristina Riva (Consigliere comunale a Ispra)
Antonina Savarese (Consigliere comunale a Marnate)
Maria Luisa Savoldi (Consigliere comunale a Cocquio Trevisago)

Rendiconto del primo anno in Provincia

Slides conferenza-001Martedì 22 dicembre l’amministrazione provinciale ha presentato il suo rendiconto periodico di mandato a poco più di un anno dal suo insediamento. A questo link trovate le slides illustrate alla stampa.
Come sapete sono stati mesi non semplici, dovuti ad una riforma non ancora completata e al pesante disavanzo che abbiamo scoperto nei bilanci dell’ente. In questa situazione non ci siamo però limitati a lottare per la sopravvivenza, aiutati dalla Corte dei Conti, ma abbiamo provato a mettere in campo tutte le risorse economiche ed umane a nostra disposizione per iniziare a costruire quello che la legge 56/2014 e la riforma costituzionale in approvazione alle Camere definiscono nuovo “ente di area vasta”.
Nonostante i tagli drastici alla spesa che abbiamo dovuto effettuare sono molti i risultati ottenuti, alcuni dei quali “storici” per il nostro territorio. Servizi ai Comuni, ambiente, cultura, sicurezza delle scuole e delle strade provinciali sono i settori nei quali siamo riusciti ad incidere maggiormente.

Continua a leggere