Notizie dal territorio #2

newsletter_

Bandi, contributi, finanziamenti
E’ aperto da pochi giorni il Bando Volontariato 2018 che ha l’obiettivo di sostenere quelle organizzazioni di volontariato che attraverso l’attivazione di esperienze di cittadinanza attiva in Lombardia sono in grado di promuovere il protagonismo dei cittadini nella presa in carico dei problemi della comunità.

I Comuni hanno tempo fino a venerdì 20 ottobre per presentare richiesta di contributi per interventi di adeguamento antisismico degli edifici scolastici. Il Governo ha messo a disposizione delle scuole lombarde 1.299.088,21 €. Continua a leggere

Annunci

Newsletter amministratori, 8 maggio 2017

newsBANDO REGIONALE EDILIZIA SCOLASTICA: AI COMUNI MENO DELLA META’ DEI FONDI STANZIATI
Nello scorso mese di febbraio, su sollecitazione del gruppo del Partito Democratico, Regione Lombardia aveva aperto il bando per l’edilizia scolastica 2017, finalizzato alla realizzazione di lavori di manutenzione urgente sulle scuole. La cifra a disposizione per l’intera regione era di 9 milioni di euro, certamente esigua rispetto alle necessità manifestate dagli enti locali. Ieri è stata pubblicata la delibera di assegnazione dei fondi e si scope che dei 9 milioni ne sono stati assegnati solo circa 4,5 che hanno esaurito tutte le richieste presentate e dichiarate ammissibili. A questo link trovate la delibera con i 42 Comuni e le 2 Province finanziate. L’assegnazione di una parte così esigua dei fondi stanziati pone davvero molte domande rispetto al lavoro fatto dalla Giunta Regionale. Una tempistica eccessivamente ristretta per le reali possibilità degli uffici di molti Comuni ha reso di fatto impossibile l’assegnazione di quasi 4,5 milioni di euro. Una beffa per tanti enti locali e un errore imperdonabile di Regione Lombardia su un tema così delicato.
Continua a leggere

Newsletter amministratori, 28 febbraio 2017

newsletter
EDILIZIA SCOLASTICA, REGIONE LOMBARDIA FINALMENTE SBLOCCA I FONDI
Dopo quasi due anni di attesa, Regione Lombardia sblocca 10 milioni di euro per l’edilizia scolastica. E’ stato infatti pubblicato venerdì il bando “Contributi agli Enti Locali per la realizzazione di interventi per la conservazione del patrimonio scolastico esistente”.
Nelle scorso mese di luglio, durante la discussione dell’assestamento di bilancio per il 2016, il PD aveva presentato un ordine del giorno che impegnava la giunta a emanare un bando a favore di comuni e province utilizzando 14 milioni da anni parcheggiati in Finlombarda. Dopo sette mesi finalmente il bando vede la luce.
Gli interventi oggetto di finanziamento sono quelli finalizzati alla conservazione del patrimonio esistente:
– ristrutturazioni per adeguamento alle norme igienico-sanitarie e di sicurezza;
– interventi di adeguamento alle norme di agibilità degli edifici e abbattimento delle barriere architettoniche;
– interventi di adattamento o riadattamento di spazi interni, senza aumenti di cubatura, a seguito di incremento del numero degli allievi;
– interventi volti alla eliminazione dell’amianto.
Gli interventi dovranno riguardare progetti il cui importo sia superiore ad € 80.000,00.
Il contributo regionale non potrà superare il 50% dell’importo di progetto fino ad un massimo di € 300.000.
Un milione di euro è invece stato stanziato per lavori imprevedibili, urgenti ed indifferibili. A questo link tutte le info su questo bando.
DISSERVIZI POSTE: CONTINUA IL MONITORAGGIO DELLA PROVINCIA

Come sapete Poste Italiane si è impegnata con Provincia di Varese e Prefettura per una normalizzazione del servizio di consegna della corrispondenza entro la fine del mese di febbraio. In queste settimane abbiamo avuto riscontri positivi da alcuni Comuni e abbiamo accolto con favore la notizia dell’accordo tra l’ASST Sette laghi e Poste Italiane, operativo già da febbraio, in base al quale viene garantita massima certezza e tempestività nella consegna delle comunicazioni relative alle vaccinazioni.
Rimane però alta l’attenzione sul tema. A breve Regione Lombardia convocherà il tavolo provinciale sui servizi postali, chiediamo pertanto agli amministratori di segnalarci i ritardi e i disservizi ancora eventualmente presenti nei propri Comuni in modo da poter continuare il monitoraggio della situazione e presentare le criticità a Poste e Regione.

SOSTEGNO MANIFESTAZIONI SPORTIVE IN LOMBARDIA

E’ stato pubblicato il bando regionale che finanzia le manifestazioni sportive sul territorio lombardo, riferite a tutte le discipline olimpiche, paralimpiche e discipline sportive associate sia di carattere agonistico sia dilettantistico realizzate o da realizzarsi nel periodo che va dal 1° gennaio 2017 al 31 marzo 2018. Possono ricevere contributi a fronte della realizzazione di eventi e manifestazioni sportive esclusivamente i soggetti aventi sede legale e/o operativa in Lombardia e rientranti in una delle seguenti tipologie:
– CONI
– CIP
– Federazioni Sportive Nazionali e loro Comitati regionali
– Discipline Sportive Associate
– Enti di Promozione Sportiva
– Associazioni benemerite riconosciute dal CONI
– Associazioni e società sportive dilettantistiche iscritte al CONI o al CIP o affiliate a Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate o Enti di Promozione Sportiva
– Comitati organizzatori regolarmente costituiti
– Altri soggetti con statuto dal quale si evincano le finalità sportive, ricreative e motorie, e non lucrative.
Nell’anno solare, uno stesso soggetto può beneficiare di un solo contributo regionale a valere sul presente bando. Il bando prevede una dotazione iniziale di 1,2 milioni di euro, incrementabili fino a 2 milioni di euro in presenza di ulteriori risorse aggiuntive. Le risorse sono suddivise in plafond trimestrali, con una riserva pari al 10% a favore di manifestazioni organizzate dai soggetti iscritti al Registro Paralimpico.

Cara Ministro Fedeli…

Varese, 17/01/2017

Gentile Ministro,

ho letto le sue dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi alla stampa in merito alla “emergenza freddo” che si è verificata in alcune scuole in Italia.

Concordo con lei quando afferma che “È inaccettabile che nelle scuole vi siano le caldaie rotte e i ragazzi e le ragazze debbano seguire le lezioni al freddo”. Bene ha fatto a promuovere una ricognizione tramite gli Uffici Scolastici Regionali. Con franchezza però devo dirle che per riscaldare le scuole, più delle circolari, servono rapidamente fondi adeguati. E per le Province questi fondi non sono stati purtroppo stanziati con la legge di bilancio 2017. In Provincia di Varese in questi anni, nonostante i tagli regionali e statali e nonostante un durissimo piano di rientro che stiamo affrontando per ripianare il pesante dissesto che ci è stato consegnato nel 2014, siamo riusciti a garantire non solo il riscaldamento delle nostre scuole ma anche una costante manutenzione degli impianti. Questo grazie alla grande professionalità del nostro personale e alla nostra scelta di tagliare su tutto ma non sulle spese per l’istruzione e l’edilizia scolastica. Non possiamo però andare avanti ancora per molto tempo così. Continua a leggere

Newsletter amministratori, 11 aprile 2016

newsletterAMMINISTRATIVE 2016, SI VOTA IL 5 GIUGNO
Le prossime elezioni amministrative si terranno domenica 5 giugno. E’ stato finalmente pubblicato il decreto di indizione da parte del Ministro dell’Interno. Gli eventuali ballottaggi, nei comuni superiori ai 15.000 abitanti, si svolgeranno domenica 19 giugno. Le candidature a Sindaco e le liste collegate dovranno quindi essere presentate tra il 6 e il 7 maggio. Seguirà nei prossimi giorni una newsletter ad hoc.

EDILIZIA SCOLASTICA – APPROVATE LE GRADUATORIE
A seguito delle dichiarazioni di conferma dell’attualità degli interventi di edilizia scolastica, presentate dagli Enti Locali aventi diritto, sono stati redatti e approvati:
– il Piano anno 2016 – Comuni, contenente la graduatoria degli interventi confermati dai Comuni per l’anno 2016;
– il Piano anno 2016 – Province e Città Metropolitana, contenente la graduatoria degli interventi confermati dalle Province e dalla Città Metropolitana di Milano per l’anno 2016;
– il fabbisogno di interventi di edilizia scolastica del territorio lombardo da soddisfare nell’anno 2017.
A questo link trovate tutte le graduatorie approvate.
Tali elenchi saranno ora trasmessi dalla Regione agli uffici del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca segnalando un fabbisogno complessivo per entrambe le annualità pari a circa 330 milioni di euro.
Il finanziamento degli interventi inseriti nel piano – anno 2016 Comuni e Province è subordinato alla effettiva disponibilità delle risorse derivanti dalle economie che saranno accertate e riassegnate a Regione Lombardia per effetto di rinunce, revoche e ribassi d’asta relativi ai progetti finanziati con l’annualità 2015, oltre alle risorse che saranno messe a disposizione per l’integrazione del contratto di mutuo sottoscritto con Cassa Depositi e Prestiti, in attuazione della legge 107/2015, art. 1, comma 176.
Il contributo sarà assegnato ed erogato secondo termini e modalità che saranno stabiliti dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con specifici provvedimenti.
A tal fine, i beneficiari dovranno essere in possesso di tutta la documentazione necessaria e rispettare gli obblighi e le altre disposizioni previste nel contratto di mutuo sottoscritto da Regione Lombardia con Cassa Depositi e Prestiti il 23 dicembre 2015.

CORSO DI FORMAZIONE AMMINISTRATORI
Parte oggi, lunedì 11 aprile, il corso per amministratori organizzato dal Partito Democratico, rivolto a chi già riveste ruoli istituzionali ma anche a chi ha deciso di candidarsi in vista delle prossime elezioni amministrative di giugno che vedranno coinvolti 34 Comuni. Stasera amministratori di Vedano Olona ci spiegheranno nel dettaglio il loro progetto di sicurezza e controllo del vicinato, mentre gli amministratori di Gallarate illustreranno la loro esperienza con il bilancio partecipato. Temi utili per l’attività amministrativa e per costruire un buon programma elettorale.Questo invece il programma completo del corso.
1) Lunedì 11 aprile – Buone pratiche amministrative: Sicurezza e controllo di vicinato, Bilancio partecipato
2) Lunedì 18 aprile – Buone pratiche amministrative: Accoglienza e integrazione, Fusioni/Unioni di Comuni
3) Martedì 26 aprile – Politica e Amministrazione: la macchina comunale
Gli incontri si svolgeranno presso la sede provinciale del PD in Via Monte Rosa n. 26 a Varese a partire dalle ore 21.00.
Per informazioni e iscrizioni inviare una mail al seguente indirizzo: info@pdvarese.it , la partecipazione è gratuita.

Newsletter amministratori, 9 marzo 2016

newsletter
CONFERMA FABBISOGNO INTERVENTI EDILIZIA SCOLASTICA
Gli enti locali sono chiamati a confermare l’attualità degli interventi inseriti nel fabbisogno interventi di edilizia scolastica comunicato al MIUR.
A chi è rivolto?
Enti locali i cui interventi siano stati inclusi:
– nel Piano
– anno 2015, approvato con decreto dirigenziale n. 8878 del 26 ottobre 2015, ma non finanziati per esaurimento delle risorse disponibili (dal numero d’ordine 51 al numero d’ordine 408);
– nel fabbisogno per le annualità 2016 e 2017, approvato con decreto dirigenziale n. 8878 del 26 ottobre 2015.
La dichiarazione di conferma si può presentare fino al 14 marzo.
Inoltre, sulla dotazione finanziaria è riportato quanto segue: Il finanziamento degli interventi che saranno utilmente inseriti nel piano – anno 2016 è subordinato alla effettiva disponibilità delle risorse derivanti dalle economie che saranno accertate e riassegnate a Regione Lombardia per effetto di rinunce, revoche e ribassi d’asta relativi ai progetti finanziati con l’annualità 2015, oltre alle risorse che saranno messe a disposizione per l’integrazione del contratto di mutuo sottoscritto con Cassa Depositi e Prestiti, in attuazione della legge 107/2015, art. 1, comma 176. E’ confermata a favore di Province e Città Metropolitana la riserva di una quota complessiva pari al 25% delle risorse che saranno assegnate a Regione Lombardia.
A questo link tutte le informazioni sul bando mutui edilizia scolastica.

SEZIONI PRIMAVERA ANNO SCOLASTICO 2015/2016
È stato approvato lo schema di intesa tra Regione Lombardia e Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, con il quale vengono definiti i criteri per l’erogazione dei contributi ai servizi educativi a favore dei bambini di età compresa tra i 24 e i 36 mesi. Sono 500.000 euro i fondi per le sezioni primavera per l’anno scolastico  2015/2016.
A questo punto individuati i criteri Regione Lombardia dovrà stabilire le modalità per la selezione delle istituzioni e l’assegnazione dei contributi.
A questo link trovate i criteri deliberati.

IL CONSIGLIO PROVINCIALE APPROVA IL PIANO DI RIEQUILIBRIO
Il Piano di riequilibrio finanziario è uno dei passi fondamentali nel percorso di risanamento dell’Ente Provincia. A seguito dell’approvazione del rendiconto per l’anno 2014, avvenuta nell’agosto 2015, e della decisione di questa amministrazione di attivare la procedura di riequilibrio pluriennale è stato predisposto il piano di risanamento, che verrà spalmato su diverse annualità. Con queste azioni è stata accantonata l’ipotesi di dissesto.
Gli importi che derivano dal rendiconto del 2014 e sono oggetto del piano di rientro sono complessivamente 54 milioni di euro, di cui: 30 milioni e 597 mila euro di disavanzo di amministrazione, come rilevato dal Rendiconto 2014, da ripianare in dieci anni; 3 milioni 823 mila euro quale disavanzo tecnico derivante dal riaccertamento straordinario dei residui, da ripianare in 30 anni; 21 milioni 544 mila euro, quale restituzione allo Stato di risorse derivanti dalla Spending Review, somma non appostata a bilancio e che troveranno copertura decennale.
Come si ripiana:
– il ripiano del disavanzo di 30 milioni e 597 mila euro avverrà per mezzo di operazioni di valorizzazione ed alienazione del patrimonio immobiliare non destinato a funzioni fondamentali dell’ente, oltre che alla revisione e dismissione degli organismi partecipati a partire dalle partecipazione in SEA Aeroporti Milano.
– la restituzione allo Stato di risorse derivanti dai tagli del DL 95/2012, (peraltro già trattenute in termini di cassa dall’Agenzia delle entrate), verranno recuperate con un riparto temporale dal 2016 al 2024, mediante la contrazione e revisione della spesa corrente, di fatto già iniziata nel 2015 con la rinegoziazione dei mutui.
Ministero dell’Interno e Corte dei Conti dovranno ora pronunciarsi in merito al piano.
A questo link trovate la delibera del consiglio con i dettagli sui fattori e le cause dello squilibrio.
A questo link trovate invece indicate le azioni di risanamento.

LA PROCURA DELLA REPUBBLICA HA AVVIATO UN INDAGINE SUL DISAVANZO DELLA PROVINCIA
La scorsa settimana il quotidiano La Prealpina ha reso noto che, a seguito degli esposti dell’amministrazione Vincenzi alla Corte dei Conti, la Procura della Repubblica di Varese ha notificato avvisi di garanzia a “organi di controllo e ad alcuni dirigenti” che hanno redatto e avallato i bilanci incriminati della Provincia di Varese (2012/2013/2014).
Da parte nostra continuerà la massima collaborazione con gli inquirenti affinché emergano completamente le responsabilità di chi ha causato un disavanzo di 54 milioni di euro che oggi mette a rischio i servizi ai Comuni ed ai cittadini. Vi terremo prontamente aggiornati sugli sviluppi delle indagini sia della magistratura contabile che della Procura

NUOVA PROVINCIA: QUALI OPPORTUNITÀ PER IL TERRITORIO?
Si svolgerà Mercoledì 16 Marzo 2016 alle ore 20.45 nella Sala Consiliare di Angera (Piazza Garibaldi, 14) la serata organizzata dal Partito Democratico dei Laghi e la lista Angera Democratica, dal titolo: “Nuova Provincia di Varese: come cambia? Quali opportunità per il nostro territorio?”
Insieme al sottoscritto interverrà Renato Ruffini, Docente all’Università LIUC ed Esperto di Riforme Istituzionali. Modera Michele Mancino, vice-direttore di VareseNews, mentre la serata sarà introdotta da Simone Franceschetto, segretario del locale circolo PD.
Se altre amministrazioni o liste volessero organizzare nel proprio Comune iniziative simili, con la presenza dei consiglieri provinciali “Civici e Democratici”, per discutere e approfondire il ruolo del nuovo ente di area vasta alla luce della riforma Delrio e della riforma costituzionale me lo segnalino.

IL GOVERNO SCRIVE ALLA REGIONE: NESSUNA TASSA SULLA SALUTE VA CHIESTA AI LAVORATORI FRONTALIERI
Il ministero della Sanità ha scritto a Regione Lombardia per bloccare la richiesta di un pagamento (circa 2.400 euro) che dalla fine dello scorso anno l’Asl di Varese chiede ai lavoratori frontalieri per il rinnovo della tessera sanitari regionale. La circolare del Ministero chiarisce la posizione dei frontalieri una volta per tutte: “in considerazione della circostanza che i frontalieri contribuiscono al sistema fiscale nazionale tramite il meccanismo dei ristorni, gli stessi non sono tenuti a versare ulteriori contributi per l’iscrizione al Sistema Sanitario Nazionale al fine di beneficiare dell’assistenza dello stesso”. Su questo tema sono molti gli amministratori che si sono spesi per chiedere chiarezza per i propri concittadini, questa circolare finalmente chiude il caso. Come Provincia ci uniamo ora alle richieste dei lavoratori che chiedono a Regione Lombardia la restituzione dei contributi indebitamente introitati fino ad oggi.

Newsletter amministratori, 5 febbraio 2016

newsletter
BANDO REGIONALE CONTRIBUTI PER IMPIANTI SPORTIVI
E‘ stato approvato il bando per l’assegnazione di contributi regionali in conto capitale per la realizzazione e la riqualificazione di impianti sportivi di proprietà pubblica, possono partecipare Province, Comuni, Comunità Montane e Unioni di Comuni.
Le richieste di contributo, potranno essere presentate a partire dalle ore 10:00 di giovedì 25 febbraio 2016 fino alle ore 16:00 di venerdì 25 marzo 2016. Il bando è di tipo comparativo con graduatoria finale, le domande pervenute saranno valutate mediante l’attribuzione di punteggi sulla base di criteri di priorità programmatica e di qualità progettuale.
Il contributo regionale a fondo perduto, nella misura del 50% delle spese ammissibili, potrà essere assegnato:
• a partire da un minimo di euro 50.000,00 (spesa ammissibile minima di euro 100.000,00)
• fino ad un massimo di euro 250.000,00 (spesa ammissibile pari o superiore a euro 500.000,00)
Le domande che saranno inserite in graduatoria potranno altresì ottenere un finanziamento a tasso agevolato da parte dell’Istituto per il Credito Sportivo per la copertura finanziaria della restante parte del costo del progetto.
Tutte le informazioni dettagliate e la modulistica sul bando la trovate a questo link.

PROROGA BANDO SOSTEGNO A MANIFESTAZIONI E EVENTI SPORTIVI REALIZZATE NEL 2015

E‘ stata prorogata al 10/03/2016 la procedura per la presentazione della domanda di contributo relativa alle manifestazioni sportive che si sono concluse entro il 31/12/2015. ll bando mette a disposizione 550.000,00 euro per eventi di rilievo regionale, nazionale e internazionale, realizzate in Lombardia nel corso del 2015, anche in connessione con le tematiche Expo 2015.
Soggetti beneficiari di contributi sono i titolari dell’organizzazione degli eventi oggetto di contributo, con sede legale e/o operativa in Lombardia e che, per statuto, perseguano finalità sportive e non lucrative. Il bando si rivolge, in sintesi a: CONI, CIP, Federazioni Sportive Nazionali/ Comitati regionali, Discipline Sportive Associate; Enti di Promozione Sportiva; Associazioni e società sportive dilettantistiche; Comitati organizzatori regolarmente costituiti; Altri soggetti con uno statuto dal quale si evincano le finalità sportive, ricreative e motorie,e non lucrative.
A questo link tutte le informazioni sul bando. 

RISTORNI DEI FRONTALIERI: IL GOVERNO RASSICURA I COMUNI
Mercoledì 3 febbraio presso il Consiglio Regionale si è tenuta l’audizione del dott. Vieri Ceriani, capo delegazione italiano nella delicata trattativa fiscale tra Italia e Svizzera. Nell’occasione come Provincia di Varese abbiamo chiesto all’emissario del Governo garanzie per il futuro dei ristorni dei frontalieri che sono una risorsa fondamentale per i bilanci dei Comuni. La risposta è stata positiva.
Il nuovo trattato tra Italia e Svizzera che entrerà in vigore dal 2019 stabilisce che ai Comuni di frontiera verrà trasferito da Roma una percentuale non inferiore a quella ottenuta oggi ma con un percorso differente. Dal 2019 infatti il 30% del salario di un lavoratore frontaliero sarà tassato direttamente dall’Italia. Spetterà quindi a Roma, grazie a questa imposizione diretta, creare un fondo ad hoc per traferire annualmente ai Comuni la stessa cifra che avrebbero ottenuto secondo le percentuali stabilite dagli accordi del 1974. Per questo motivo èfondamentale che ora il nuovo meccanismo sia inserito direttamente nella legge di ratifica del trattato internazionale italo-svizzero, questo per blindare l’accordo e rendere particolarmente difficile in futuro la modifica del testo. Ad oggi Roma ha confermato questa intenzione e ne siamo felici, come Provincia continueremo però la nostra attività di vigilanza e pressione fino alla ratifica parlamentare.
Il Governo rassicura i Comuni sui ristorni ai frontalieri.

SPESE PER EDILIZIA SCOLASTICA FUORI DAL PATTO DI STABILITA’
A questo link trovate la nota elaborata da Anci sui finanziamenti per l’edilizia scolastica relativi al 2016 e anni seguenti.
Nel documento predisposto dal Dipartimento Istruzione Anci si ricorda che grazie all’articolo 1 comma 713 della Legge di Stabilità, non sono considerate a fini di saldo del Patto di stabilità le spese sostenute dagli enti locali, Comuni, Città metropolitane e Province per gli interventi di edilizia scolastica se effettuati a valere sull’avanzo di amministrazione e su risorse rivenienti dal ricorso al debito.

Rendiconto del primo anno in Provincia

Slides conferenza-001Martedì 22 dicembre l’amministrazione provinciale ha presentato il suo rendiconto periodico di mandato a poco più di un anno dal suo insediamento. A questo link trovate le slides illustrate alla stampa.
Come sapete sono stati mesi non semplici, dovuti ad una riforma non ancora completata e al pesante disavanzo che abbiamo scoperto nei bilanci dell’ente. In questa situazione non ci siamo però limitati a lottare per la sopravvivenza, aiutati dalla Corte dei Conti, ma abbiamo provato a mettere in campo tutte le risorse economiche ed umane a nostra disposizione per iniziare a costruire quello che la legge 56/2014 e la riforma costituzionale in approvazione alle Camere definiscono nuovo “ente di area vasta”.
Nonostante i tagli drastici alla spesa che abbiamo dovuto effettuare sono molti i risultati ottenuti, alcuni dei quali “storici” per il nostro territorio. Servizi ai Comuni, ambiente, cultura, sicurezza delle scuole e delle strade provinciali sono i settori nei quali siamo riusciti ad incidere maggiormente.

Continua a leggere

Newsletter amministratori, 19 dicembre 2015

newsletter
I SINDACI APPROVANO IL BILANCIO DELLA PROVINCIA
Venerdì 11 dicembre si è svolta l’assemblea dei Sindaci della provincia di Varese con all’ordine del giorno il parere sul bilancio della Provincia di Varese. Lega Nord e Forza Italia, che hanno tentato in questi mesi di nascondere il grave disavanzo di bilancio che hanno lasciato in eredità a Villa Recalcati, avevano chiesto ai Sindaci di bocciare il bilancio. Risultato: 100 sindaci presenti: 72 favorevoli al bilancio, 5 astenuti, 11 contrari e 12 non hanno partecipato al voto. Numeri che parlano più di ogni polemica. E’ stata premiata la scelta dell’amministrazione Vincenzi di non nascondere la polvere sotto i tappeti e di aver portato subito alla Corte dei Conti i numeri e i dati che destavano preoccupazioni.
Nel bilancio approvato poi definitivamente dal Consiglio provinciale, lunedì 14 dicembre, è contenuto anche il piano di rientro del disavanzo, ora la parola passa alla magistratura contabile. Confidiamo che l’opera di risanamento possa procedere per garantire la continuità dei servizi fondamentali a Comuni e cittadini.

EDILIZIA SCOLASTICA: IL GOVERNO FINANZIA MONITORAGGI PER 98 SCUOLE DELLA PROVINCIA DI VARESE
Il Ministro Giannini ha firmato il Decreto che approva le graduatorie regionali per l’avvio delle indagini diagnostiche sui solai e i controsoffitti previste dalla legge “La Buona Scuola” n. 107/2015. Per la Provincia di Varese saranno finanziati monitoraggi per 98 scuole tra elementari, medie e superiori per un totale di 351.756 euro.
I 29 Comuni che hanno ottenuto il finanziamento hanno tempo per affidare gli incarichi per le indagini diagnostiche fino al 31 gennaio 2016.
A questo link tutte le informazioni e i contributi scuola per scuola.

Continua a leggere

Provincia. Grazie al Governo al via i lavori per le “scuole sicure”.

cantiere scuoleCantieri aperti nelle scuole della Provincia di Varese. Sono iniziati i lavori finanziati dal Ministero della Pubblica Istruzione (il così detto Decreto Scuole sicure) che coinvolgono una serie di istituti scolastici del varesotto per un importo complessivo di 4 milioni e 500 mila euro.

Nel dettagli gli interventi avviati interessano:

  • Liceo scientifico Tosi di Busto Arsizio, messa in sicurezza dei serramenti
  • ITC Gadda Rosselli di Gallarate, riqualificazione serramenti e pavimentazione
  • ISIS Facchinetti di Castellanza, riqualificazione serramenti e ripristino cementi armati a vista e risanamento della copertura
  • Interventi di adeguamento normativo degli impianti di illuminazione, sicurezza ed emergenza su vari edifici scolastici

Continua a leggere