Notizie dal territorio #2

newsletter_

Bandi, contributi, finanziamenti
E’ aperto da pochi giorni il Bando Volontariato 2018 che ha l’obiettivo di sostenere quelle organizzazioni di volontariato che attraverso l’attivazione di esperienze di cittadinanza attiva in Lombardia sono in grado di promuovere il protagonismo dei cittadini nella presa in carico dei problemi della comunità.

I Comuni hanno tempo fino a venerdì 20 ottobre per presentare richiesta di contributi per interventi di adeguamento antisismico degli edifici scolastici. Il Governo ha messo a disposizione delle scuole lombarde 1.299.088,21 €. Continua a leggere

Annunci

Notizie dal territorio #1

newsletter_BANDI, CONTRIBUTI, FINANZIAMENTI
Sono diversi i bandi e i contributi che scadono nel mese di ottobre. Mercoledì 4 ottobre chiuderanno i termini per chiedere il contributo regionale per la retta degli asili nido (qui trovate tutte le informazioni dettagliate). Gli Enti pubblici che gestiscono squadre antincendio boschive hanno invece tempo fino al 18 ottobre per presentare domanda di contributo sui fondi europei (tutte le info qui). Il 30 ottobre scade il bando per le “Infrastrutture verdi” rivolto ai proprietari di terreni in ambiti di pianura e collina.
Dal 4 ottobre alle ore 12.00 riaprirà lo sportello del bando “Intraprendo” volto a favorire e stimolare l’imprenditorialità in Lombardia, con particolare attenzione alle iniziative intraprese da under 35 anni o da over 50 anni senza lavoro o da imprese caratterizzate da elevata innovatività e contenuto tecnologico. Continua a leggere

News dal territorio, 18 settembre 2017

newsletter-cellulareMARTEDI’ 26 INCONTRO SU AZZONAMENTO NUOVI AMBITI DISTRETTUALI
In applicazione della riforma sanitaria Regione Lombardia dovrà deliberare entro dicembre gli ambiti distrettuali (“piani di zona”) che dovranno raggiungere la soglia minima di 80.000 abitanti (deroghe invece sono previste in casi particolari, come ad esempio la presenza di Comunità montane e/o aereoporti). Al fine di verificare la congruenza tra i confini dei vecchi e dei nuovi ambiti distrettuali, ed eventualmente avanzare una proposta alla Regione, è convocato un incontro degli amministratori “Civici e Democratici” interessati, MARTEDI’ 26 SETTEMBRE alle ore 19.00 a Varese, presso la sede provinciale del Pd (viale Monte Rosa).

MERCOLEDI’ CONFERENZA DEI COMUNI DELL’ATO
Mercoledì 20 settembre, alle ore 17.00 si terrà a Varese, presso la sede della Provincia la Conferenza dei Comuni dell’Ambito Territoriale Ottimale della Provincia di Varese.  All’ordine del giorno due importanti delibere.

Newsletter, 1 luglio 2017

newsletterDISSERVIZI CONSEGNA CORRISPONDENZA POSTALE
Come sapete Provincia di Varese ha continuato a monitorare in questi mesi il livello e la qualità dei servizi di corrispondenza postale erogati da Poste italiane sul territorio provinciale. Nonostante un generale miglioramento del servizio, riscontrato anche nelle altre province lombarde, nel mese di giugno ci sono ancora pervenute segnalazioni da parte di 11 Comuni (puntualmente segnalate a Regione Lombardia e al tavolo regionale). Nel mese di luglio faremo una nuova mappatura puntuale per ogni Comune, per mantenere sotto controllo la situazione anche durante il periodo estivo e verificare contemporaneamente l’attività dei vettori alternativi a Poste Italiane. Al termine della rilevazione valuteremo l’opportunità di chiedere a Regione e Prefettura la riconvocazione del tavolo provinciale per i disservizi postali.

NUOVA LEGGE PER LA FUSIONE E L’INCORPORAZIONE DEI COMUNI
Martedì 27 giugno il Consiglio Regionale ha approvato la legge “Revisione delle procedure in materia di istituzione di nuovi comuni e di modifica delle circoscrizioni e delle denominazioni comunali. modifica del titolo II della l.r. n. 29/2006″. Con questa legge cambia significativamente l’iter per i Comuni interessati ad un processo di fusione o incorporazione che dovranno promuovere una fase di consultazione popolare (assemblee, dibattiti, incontri formativi) e dei referendum consultivi comunali prima di chiedere ufficialmente a Regione Lombardia l’istanza di fusione. Questo nuovo percorso, che ha avuto parere positivo anche da parte di ANCI, appare più lineare rispetto a quello precedentemente in vigore ma andrà ovviamente testato “su campo”. Grazie al lavoro del Partito Democratico, in commissione e in aula, è stato sventato il tentativo della Lega Nord di scaricare sui Comuni tutte le spese per lo svolgimento dei referendum consultivi per la fusione (oggi sono giustamente a carico della Regione). La Lombardia rimane comunque l’unica regione italiana a non avere nel suo bilancio contributi a favore dei Comuni che coraggiosamente intraprendono la via della fusione, una scelta ideologica che danneggia ancora una volta quel “territorio” tanto citato nel programmi della Giunta Maroni (per fare un esempio concreto il Governo quest’anno ha trasferito al Comune di Maccagno con Pino e Veddasca 358.607,93 euro come contributo a fondo perduto per la fusione avvenuta nel 2014).

Newsletter, mercoledì 7 giugno 2017

news maggioPATTO TERRITORIALE REGIONALE, DISTRIBUITI GLI SPAZI FINANZIARI AI COMUNI
Regione Lombardia con Decreto ha approvato la distribuzione di spazi finanziari ai Comuni applicando quanto previsto dal DPCM n. 21 del 21 febbraio 2017. Sono stati messi a disposizione dei Comuni lombardi 10 milioni di euro di spazi finanziari verticali. A questi si sommano i 6.581.866,2 milioni di euro, frutto della maggiore cessione, sul Patto orizzontale, di spazi finanziari rispetto alla richiesta, che sono stati assorbiti da Regione Lombardia e ceduti ai Comuni in termini di spazi verticali procedendo in tal modo a soddisfare ulteriori richieste espresse dal territorio.
Seguendo le priorità individuate dal DPCM n. 21 del 21 febbraio 2017 e dall’Intesa regionale sancita con DGR n. 6350 del 20 marzo 2017 e approvata dal CAL il 21 aprile 2017, sono state esaudite le richieste dei:
• Comuni con meno di 1.000 abitanti e comuni nati da fusione per € 3.919.998,09;
• Comuni che avevano acquisito nel 2016 spazi orizzontali per € 3.319.817;
• Comuni con sentenze esecutive per € 703.614,57;
• Comuni con richieste acquisto immobili per € 450.000;
• Cofinanziamenti metropolitane per € 1.000.000;
• Comuni con progetti esecutivi in essere per € 7.188.436,54.
E’ evidente come non tutti gli spazi verticali richiesti Comuni, ammontanti ad € 111.212.891, sono stati soddisfatti. 

Per quanto riguarda il patto orizzontale 20 Comuni avevano messo a disposizione € 18.504.927,60 mentre 46 Comuni ne hanno richiesti solamente € 11.923.061,40.
A questo link trovate l’elenco dei Comuni beneficiari degli spazi.
Continua a leggere

Newsletter amministratori, 8 maggio 2017

newsBANDO REGIONALE EDILIZIA SCOLASTICA: AI COMUNI MENO DELLA META’ DEI FONDI STANZIATI
Nello scorso mese di febbraio, su sollecitazione del gruppo del Partito Democratico, Regione Lombardia aveva aperto il bando per l’edilizia scolastica 2017, finalizzato alla realizzazione di lavori di manutenzione urgente sulle scuole. La cifra a disposizione per l’intera regione era di 9 milioni di euro, certamente esigua rispetto alle necessità manifestate dagli enti locali. Ieri è stata pubblicata la delibera di assegnazione dei fondi e si scope che dei 9 milioni ne sono stati assegnati solo circa 4,5 che hanno esaurito tutte le richieste presentate e dichiarate ammissibili. A questo link trovate la delibera con i 42 Comuni e le 2 Province finanziate. L’assegnazione di una parte così esigua dei fondi stanziati pone davvero molte domande rispetto al lavoro fatto dalla Giunta Regionale. Una tempistica eccessivamente ristretta per le reali possibilità degli uffici di molti Comuni ha reso di fatto impossibile l’assegnazione di quasi 4,5 milioni di euro. Una beffa per tanti enti locali e un errore imperdonabile di Regione Lombardia su un tema così delicato.
Continua a leggere

Newsletter amministratori, 23 marzo 2017

newsletterDISSERVIZI POSTE ITALIANE, REPORT TAVOLI DI MONITORAGGIO PROVINCIALI E REGIONALI
Giovedì 9 marzo e venerdì 17 marzo si sono riuniti il tavolo provinciale e il tavolo regionale di monitoraggio sui disservizi postali.
Il 9 marzo a Varese presso la sede UTR di viale Belforte erano presenti Regione, Provincia, Poste Italiane e 17 Comuni. A un mese dal primo incontro in Prefettura, convocato dal Prefetto su richiesta del Presidente della Provincia di Varese, si è trattato di un importante momento di aggiornamento sulla situazione a livello provinciale. Gli enti locali hanno rilevato che il servizio di consegna della corrispondenza sta lentamente migliorando, anche se la strada è ancora lunga. Dei 53 comuni che hanno segnalato i disservizi al mese di gennaio una trentina hanno registrato un miglioramento nelle consegne. Poste Italiane ha, infatti, comunicato che è stato dato seguito all’impegno delle assunzioni dei portalettere. Quindi si va verso il ripristino di un servizio adeguato. Resta invece ancora aperto il tema relativo alle bollette per i cittadini che hanno scelto la domiciliazione delle utenze con ritardi imputabili a Poste, ad altri vettori come Nexive o alle società che emettono i titoli di pagamento. Ritenendo positivo, ma non risolutivo, l’esito del tavolo come Provincia abbiamo chiesto a Regione Lombardia e a Poste Italiane di riconvocare il tavolo provinciale entro maggio per verificare con puntualità l’evolversi della situazione.

Venerdì 17 marzo si è invece svolto a Milano, presso Palazzo Lombardia, il tavolo regionale. In quell’occasione le Province di Varese e di Brescia, a nome di tutti i territori, hanno chiesto che il tavolo continui a riunirsi periodicamente, al fine di poter effettuare un costante monitoraggio della situazione, ma soprattutto per verificare che i miglioramenti adottati diventino strutturali e non siano legati all’emergenza degli ultimi mesi. E’ evidente che l’auspicio di tutti è che gli errori commessi non si ripetano più e che le annunciate future riorganizzazioni di Poste Italiane tengano conto di quanto accaduto affinché non si registri un nuovo scadimento del servizio.
Continua a leggere

Newsletter amministratori, 28 febbraio 2017

newsletter
EDILIZIA SCOLASTICA, REGIONE LOMBARDIA FINALMENTE SBLOCCA I FONDI
Dopo quasi due anni di attesa, Regione Lombardia sblocca 10 milioni di euro per l’edilizia scolastica. E’ stato infatti pubblicato venerdì il bando “Contributi agli Enti Locali per la realizzazione di interventi per la conservazione del patrimonio scolastico esistente”.
Nelle scorso mese di luglio, durante la discussione dell’assestamento di bilancio per il 2016, il PD aveva presentato un ordine del giorno che impegnava la giunta a emanare un bando a favore di comuni e province utilizzando 14 milioni da anni parcheggiati in Finlombarda. Dopo sette mesi finalmente il bando vede la luce.
Gli interventi oggetto di finanziamento sono quelli finalizzati alla conservazione del patrimonio esistente:
– ristrutturazioni per adeguamento alle norme igienico-sanitarie e di sicurezza;
– interventi di adeguamento alle norme di agibilità degli edifici e abbattimento delle barriere architettoniche;
– interventi di adattamento o riadattamento di spazi interni, senza aumenti di cubatura, a seguito di incremento del numero degli allievi;
– interventi volti alla eliminazione dell’amianto.
Gli interventi dovranno riguardare progetti il cui importo sia superiore ad € 80.000,00.
Il contributo regionale non potrà superare il 50% dell’importo di progetto fino ad un massimo di € 300.000.
Un milione di euro è invece stato stanziato per lavori imprevedibili, urgenti ed indifferibili. A questo link tutte le info su questo bando.
DISSERVIZI POSTE: CONTINUA IL MONITORAGGIO DELLA PROVINCIA

Come sapete Poste Italiane si è impegnata con Provincia di Varese e Prefettura per una normalizzazione del servizio di consegna della corrispondenza entro la fine del mese di febbraio. In queste settimane abbiamo avuto riscontri positivi da alcuni Comuni e abbiamo accolto con favore la notizia dell’accordo tra l’ASST Sette laghi e Poste Italiane, operativo già da febbraio, in base al quale viene garantita massima certezza e tempestività nella consegna delle comunicazioni relative alle vaccinazioni.
Rimane però alta l’attenzione sul tema. A breve Regione Lombardia convocherà il tavolo provinciale sui servizi postali, chiediamo pertanto agli amministratori di segnalarci i ritardi e i disservizi ancora eventualmente presenti nei propri Comuni in modo da poter continuare il monitoraggio della situazione e presentare le criticità a Poste e Regione.

SOSTEGNO MANIFESTAZIONI SPORTIVE IN LOMBARDIA

E’ stato pubblicato il bando regionale che finanzia le manifestazioni sportive sul territorio lombardo, riferite a tutte le discipline olimpiche, paralimpiche e discipline sportive associate sia di carattere agonistico sia dilettantistico realizzate o da realizzarsi nel periodo che va dal 1° gennaio 2017 al 31 marzo 2018. Possono ricevere contributi a fronte della realizzazione di eventi e manifestazioni sportive esclusivamente i soggetti aventi sede legale e/o operativa in Lombardia e rientranti in una delle seguenti tipologie:
– CONI
– CIP
– Federazioni Sportive Nazionali e loro Comitati regionali
– Discipline Sportive Associate
– Enti di Promozione Sportiva
– Associazioni benemerite riconosciute dal CONI
– Associazioni e società sportive dilettantistiche iscritte al CONI o al CIP o affiliate a Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate o Enti di Promozione Sportiva
– Comitati organizzatori regolarmente costituiti
– Altri soggetti con statuto dal quale si evincano le finalità sportive, ricreative e motorie, e non lucrative.
Nell’anno solare, uno stesso soggetto può beneficiare di un solo contributo regionale a valere sul presente bando. Il bando prevede una dotazione iniziale di 1,2 milioni di euro, incrementabili fino a 2 milioni di euro in presenza di ulteriori risorse aggiuntive. Le risorse sono suddivise in plafond trimestrali, con una riserva pari al 10% a favore di manifestazioni organizzate dai soggetti iscritti al Registro Paralimpico.

Newsletter amministratori, 23 gennaio 2017

newsletterDATI PROVVISORI RELATIVI AL FONDO DI SOLIDARIETA’ COMUNALE PER L’ANNO 2017
A seguito dell’intesa raggiunta nella seduta della Conferenza Stato-città ed autonomie locali di giovedì 19 gennaio, ed al solo fine di facilitare la programmazione e la gestione del bilancio 2017, il Ministero dell’Interno e il Ministero delle finanze hanno oggi reso disponibili i dati provvisori relativi al Fondo di solidarietà comunale per l’anno 2017. Per i Comuni delle regioni a statuto ordinario i dati relativi alla quota del Fondo alimentata da una quota del gettito dell’IMU di spettanza comunale sono stati elaborati tenendo conto dei correttivi alla perequazione come concordati in sede di Conferenza stato-città e che dovranno essere oggetto di una specifica modifica normativa all’attuale sistema di riparto del Fondo di solidarietà. Parere positivo è stato espresso da ANCI mentre il consigliere economico di Palazzo Chigi, Luigi Marattin, ha così commentato “Per il secondo anno consecutivo non ci sono tagli, quindi levariazioni (in positivo e in negativo) rispetto allo scorso anno sono interamente dovute al fatto che – come ogni anno – aumenta la quota distribuita non più sulla base del criterio della “spesa storica”, bensì sulla base di fabbisogni standard e capacità fiscale (passa dal 30% al 40%). I comuni che dovessero vedere un peggioramento possono andare su www.opencivitas.it e controllare dove la propria spesa è superiore al fabbisogno standard, e correggere di conseguenza. Il termine per l’approvazione dei bilanci preventivi è tra più di due mesi, il 31 marzo. E – come negli ultimi due anni ogni volta che è stato così annunciato – non verrà prorogato.”
Tutti i dati, Comune per Comune sono consultabili a questo link.

Continua a leggere

Decreto “milleproroghe”: le norme di interesse per i Comuni

milleprorogheSulla Gazzetta Ufficiale n. 304 del 30 dicembre 2016 è stato pubblicato il testo del decreto-legge “Milleproroghe” (d.l. 244/2016). E’ in vigore dal 30 dicembre 2016, data della pubblicazione in Gazzetta. Trovate il testo approvato a questo link.

Sono diverse le richieste dei Comuni accolte dal Governo e inserite nel decreto. Da segnalare in particolare lo slittamento al 31 marzo 2017 dei termini per l’approvazione dei bilanci di previsione e il differimento dell’obbligo di gestione associata delle funzioni fondamentali dei piccoli Comuni al 31 dicembre 2017 (il nuovo esecutivo ha confermato la necessità di una riforma quadro visto il fallimento della legislazione vigente).

ANCI ha emanato una nota di lettura al decreto scaricabile a questo link e martedì 24 gennaio terrà presso il Comune di Varese, dalle 10.00 alle 12.30, un seminario sui principali contenuti della legge di bilancio 2017 d’interesse per i Comuni, e sulle questione aperte nella finanza locale. In particolare l’attenzione si concentrerà sulla costituzione e sull’utilizzo del Fondo Pluriennale Vincolato e dell’avanzo.