Strade provinciali e tangenziale di Varese

firmaVenerdì è stato firmato a Villa Recalcati il protocollo d’intesa per il passaggio di 160 chilometri di strade provinciali a Regione e Anas. Un risultato su cui, come Provincia, abbiamo lavorato molto in questi mesi e che, se regione manterrà le promesse e finalizzerà entro l’anno l’accordo finanziario con Anas, ci permetterà di ottimizzare le risorse provinciali per intervenire al meglio sulle altre strade che rimarranno di nostra competenza. A questo link trovate la cartina con le strade coinvolte nell’intesa.

Nella stessa occasione il presidente Maroni ha annunciato che la Tangenziale di Varese diventerà gratuita entro fine 2017, sempre grazie all’accordo con Anas. Da tempo chiediamo la gratuità della tangenziale e questo annuncio ci fa piacere, manca però ogni piano finanziario e la cosa non ci tranquillizza. Il timore che sia un annuncio elettorale e che tutto rimarrà come prima è forte. Sarebbe francamente inaccettabile.

Annunci

Cosa andremo a dire domani al Ministero su Pedemontana

pedemontana

Sul sito www.pedemontana.com è riportata la seguente frase:

<< …Pedemontana Lombarda è un’autostrada concepita non come un “male necessario”, ma come una straordinaria opportunità per ricostruire ambiente e paesaggio, con l’ambizione di promuovere una cultura nuova nella realizzazione delle infrastrutture, che generi ricadute positive e durevoli sul territorio … >>

Purtroppo questo obbiettivo non è stato ancora raggiunto.
Il 3 marzo scorso, insieme ad una delegazioni di Sindaci, ci siamo recati a Roma presso Ministero delle infrastrutture per denunciare tutte le difficoltà del territorio dovute all’introduzione del pedaggio, ad opera non conclusa, e alla mancata realizzazione da parte di Pedemontana Spa di molte opere di compensazione e mitigazione ambientale. In quell’occasione come Provincia ci eravamo presi l’impegno di raccogliere in un dossier ufficiale tutte le difficoltà dei Comuni interessati e le incompiute dell’opera per iniziare insieme al Ministero un’azione congiunta su Regione Lombardia e Pedemontana Spa e trovare rapidamente le soluzioni. Grazie al lavoro del Sindaco di Lozza, che ha coordinato la stesura del documento, domani torneremo a Roma per presentare il dossier.
Cancellazione del pedaggio e opere per 11 milioni di euro che il territorio aspetta. Sono queste le richieste del territorio. A questo link è possibile scaricare una sintesi del documento che presenteremo domani al ministero.
Il tempo è scaduto, gli errori di chi ha progettato il finanziamento dell’opera (Regione Lombardia sbandierò con orgoglio il piano di project financing) non possono più ricadere sulle comunità locali e non si può pensare che la copertura economica dell’intera opera la garantiscano i cittadini varesini con questo assurdo pedaggio.
Milano per ora ci ha ascoltato molto poco, Roma sembra invece più attenta. Noi continueremo decisi fino al raggiungimento del risultato.