Notizie dal territorio #1

newsletter_BANDI, CONTRIBUTI, FINANZIAMENTI
Sono diversi i bandi e i contributi che scadono nel mese di ottobre. Mercoledì 4 ottobre chiuderanno i termini per chiedere il contributo regionale per la retta degli asili nido (qui trovate tutte le informazioni dettagliate). Gli Enti pubblici che gestiscono squadre antincendio boschive hanno invece tempo fino al 18 ottobre per presentare domanda di contributo sui fondi europei (tutte le info qui). Il 30 ottobre scade il bando per le “Infrastrutture verdi” rivolto ai proprietari di terreni in ambiti di pianura e collina.
Dal 4 ottobre alle ore 12.00 riaprirà lo sportello del bando “Intraprendo” volto a favorire e stimolare l’imprenditorialità in Lombardia, con particolare attenzione alle iniziative intraprese da under 35 anni o da over 50 anni senza lavoro o da imprese caratterizzate da elevata innovatività e contenuto tecnologico. Continua a leggere

Annunci

Newsletter amministratori, 28 giugno 2016

sprarSISTEMA DI PROTEZIONE PER RICHIEDENTI ASILO E RIFUGIATI. UN INCONTRO PER SAPERNE DI PIU’
Mercoledì 6 luglio alle ore 21 si terrà presso Villa Truffini a Tradate un incontro di approfondimento sul sistema SPRAR  (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati), aperto a tutti gli Amministratori e ai volontari che prestano il loro servizio nei centri di accoglienza.
Lo SPRAR è promosso e coordinato da Ministero dell’Interno, ANCI e UNHCR, e mira all’accoglienza integrata dei beneficiari, ossia ad assicurare una serie di servizi che non si limitano alla copertura del vitto e dell’alloggio ma integrano misure di orientamento e accompagnamento sociale, legale, psico-socio-sanitario insieme alla costruzione di percorsi individuali di inserimento lavorativo, abitativo e sociale in vista di una loro autonomia. Si intende, pertanto, un sistema di qualità e non basato sull’emergenza, sulla straordinarietà dell’intervento, come nel caso dei CAS (centri di accoglienza straordinaria). Non vi sono costi a carico del bilancio del Comune il quale garantisce, in cofinanziamento, la valorizzazione delle ore del personale impiegato e l’uso gratuito di alcuni spazi. Il sistema è rivolto a richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale.
L’incontro, che sarà tenuto da Francesco Spatola, Consigliere comunale di Varese, consentirà pertanto di approfondire il tema in modo da poter migliorare la qualità del sistema dell’accoglienza. 

RINVIATO TERMINE PER APPROVAZIONE GRADUATORIE BANDO REGIONALE IMPIANTI SPORTIVI

Regione Lombardia ha comunicato che: tenuto conto dell’elevato numero di domande pervenute (n. 369), considerato che l’istruttoria per l’assegnazione di punteggi comporta complesse valutazioni tecniche previa estrazione ed esame di tutta la documentazione trasmessa, tenuto infine conto anche dei tempi necessari per l’acquisizione di eventuali chiarimenti riguardanti la documentazione presentata dai soggetti richiedenti, nelle modalità stabilite dal Bando, il termine per l’approvazione della graduatoria stabilito dal“Bando per l’assegnazione di contributi a fondo perduto ai soggetti pubblici” è rinviato alla data del 29 luglio 2016. Con il Decreto di approvazione della graduatoria e concessione del contributo regionale verranno, di conseguenza, adeguate le altre scadenze fissate nel Bando per l’accettazione del contributo e l’avvio dei lavori e verranno altresì fissate le condizioni ed i termini per l’accettazione del contributo, compresa la richiesta al beneficiario, all’atto di accettazione, di fornire dimostrazione della copertura finanziaria dell’intervento e dell’avvenuto inserimento dell’iniziativa nel programma triennale dei lavori pubblici e nel relativo elenco annuale.

IL DECRETO ENTI LOCALI APPRODA ALLA CAMERA

E’ approdato alla V Commissione Bilancio della Camera per l’iter di conversione in legge il testo del decreto Enti Locali 2016. A questo link trovate il testo completo “Conversione in legge del decreto-legge 24 giugno 2016, n. 113, recante misure finanziarie urgenti per gli enti territoriali e il territorio”

MERCOLEDI’ 6 LUGLIO CONVEGNO ANCI LOMBARDIA A VARESE SUL FUTURO DEI PICCOLI COMUNI

La nuova riforma costituzionale e la riforma delle Province pongono il problema di riassestare tutto il sistema delle Autonomie locali. In tal senso, Anci Lombardia promuove un tour di incontri nel territorio lombardo allo scopo di avviare un dibattito con i Sindaci e gli amministratori per riflettere e cercare di comprendere il ruolo dei piccoli Comuni nelle nuove Aree Vaste e nelle Zone Omogenee in un contesto rinnovato di gestione associata dei servizi e delle funzioni. Nella nostra provincia l’incontro si terrà mercoledì 6 luglio, dalle ore 10.00 alle 12.30 a Varese presso Villa Recalcati.

Riparto corretto Patto stabilità territoriale e contributi piccoli Comuni

Logo-ANCIPATTO DI STABILITA’ TERRITORIALE: RIPARTO CORRETTO
In conseguenza di errori materiali di compilazione da parte di alcuni enti, Regione Lombardia ha provveduto a una correzione dei dati relativi alla distribuzione del plafond 2015 relativamente al Patto Verticale incentivato e del patto orizzontale. La graduatoria definitiva la potete trovare a questo link.

RISORSE PER PICCOLI COMUNI FONDO DI SOLIDARIETÀ
La Conferenza Stato-Città ed Autonomie locali ha dato il via libera allo schema di decreto interministeriale per il riparto di circa 30 milioni di euro che andranno prevalentemente ai Comuni di minore dimensione demografica.
Questo importante risultato è frutto di un’intesa tra il Governo e Anci, si recuperano così risorse derivanti da un residuo non utilizzato dell’accantonamento del Fondo di solidarietà comunale 2014, residuo che l’Associazione dei Comuni aveva chiesto di destinare a quelli eccessivamente penalizzati dal riparto del 20% dello stesso Fondo basato sui nuovi criteri perequativi (fabbisogni e capacità’ fiscali standard). I Comuni più colpiti risultavano quelli di minore dimensione demografica la cui tenuta finanziaria, in assenza del provvedimento in questione, sarebbe stata seriamente compromessa, anche in considerazione dell’elevato grado di rigidità che notoriamente caratterizza i relativi bilanci.
A questo link trovate lo schema del decreto con il riparto Comune per Comune.

Newsletter amministratori, 28 settembre 2015

newsletter

PUBBLICATI I CRITERI PER IL RIPARTO DEL PATTO DI STABILITÀ TERRITORIALE 2015
Regione Lombardia ha approvato i criteri del Patto di Stabilità Territoriale Incentivato 2015 che prevede, per gli Enti Locali, spazi finanziari per un ammontare complessivo di circa 170,6 milioni di euro.
L’accordo 2015 utilizza le stesse modalità previste negli anni scorsi, così definite:
– Patto verticale: Regione Lombardia mette a disposizione degli enti locali lombardi un plafond che sarà utilizzato per effettuare i pagamenti in conto capitale mediante un peggioramento dell’obiettivo programmatico (riduzione);
– Patto orizzontale: consiste nello scambio reciproco di spazi finanziari tra enti, nell’ambito del quale Regione Lombardia svolge un ruolo di regolazione.
Il 30% degli spazi è riservato ai Comuni inferiori ai 5.000 abitanti. Mentre altri spazi riservati riguardano: Comuni che hanno anticipato risorse alle province per la realizzazione di opere infrastrutturali cofinanziate da Regione Lombardia, opere di bonifica connesse ad impianti sportivi avviate precedentemente all’introduzione delle norme sul Patto per gli enti sotto i 5000 abitanti e non ancora ultimate, interventi di viabilità pedonale con priorità per i Comuni da 10.000 a 20.000 abitanti.
Nelle prossime settimane la Giunta Regionale varerà la graduatoria per l’assegnazione degli spazi alla luce delle segnalazioni pervenute dai Comuni entro il 17 settembre.

Avanza spedita la società pubblica per la gestione dell’acqua

Statuto-1Procede spedita verso l’operatività Alfa srl, la società pubblica che gestirà tutto il sistema idrico integrato dei Comuni della provincia di Varese. Mercoledì a Villa Recalcati, alla presenza dei sindaci è avvenuto l’insediamento di Assemblea dei soci, Consiglio di Amministrazione e del suo organismo di controllo e dell’organo di revisione contabile.

Come amministrazione provinciale ci eravamo impegnati a concludere tutti i passaggi entro settembre e abbiamo mantenuto la promessa. Ora i tutti i Sindaci potranno interloquire con una società pienamente costituita e avranno punti di riferimento concreti. I Comuni soci hanno, infatti, eletto gli organi di gestione e di controllo di Alfa, i quali potranno rispondere alle tante criticità che la gestione del servizio idrico presenta a oggi in tutto il nostro territorio. Si potranno programmare investimenti sulle reti idriche, l’ammodernamento degli impianti di depurazione e introdurre la bolletta unica per tutta la provincia. Bolletta che consentirà di avere ai tanti Comuni medio piccoli, da un gestore provinciale, l’opportunità di investimenti che oggi, nelle difficili situazioni finanziarie in cui versano, non potrebbero essere fatti.

Continua a leggere

Newsletter amministratori, 31 luglio 2015

bandi-e-gare-890x395

STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI VARESE
Ieri pomeriggio sono state sottoscritte le prime convenzioni di adesione alla Stazione Unica Appaltante (SUA) tra Provincia di Varese e i Comuni di Daverio, Gorla Minore, Cadegliano Viconago, Viggiù, Venegono Inferiore e la Società Partecipata Valmartina. Molti altri Comuni stanno aderendo in questi giorni. Con la Stazione Unica appaltante la Provincia fornisce ai Comuni un supporto tecnico, amministrativo e giuridico molto importante, oltre a garantire ai comuni stessi un risparmio importante in termini economici e di personale. Un servizio che caratterizza fortemente l’azione della nuova provincia come ente di secondo livello al servizio del territorio e degli amministratori. Si compie un percorso condiviso passo dopo passo con funzionari e amministratori locali. Anche per quanto riguarda la Stazione Unica Appaltante, come per altro in molte altre decisioni portate avanti dall’amministrazione provinciale.
A questo link trovate tutte le informazioni sulla SUA e le modalità di adesione.

CONTRIBUTI REGIONALI ALLE SCUOLE MATERNE NON STATALI E NON COMUNALI
È stato pubblicato sul BURL di Regione Lombardia il decreto relativo all’assegnazione dei contributi regionali a sostegno delle scuole d’infanzia non statali e non comunali, lo trovate a questo link con l’elenco completo delle Scuole e degli importi . Si tratta del contributo che Regione Lombardia assegna annualmente in forza della legge regionale 19/2007 (ex 8/99), non si tratta quindi di nuove risorse o di risorse aggiuntive, come lasciavano intendere alcune notizie apparse su organi di stampa in questi giorni. Purtroppo il contributo stanziato dalla Regione per il 2015 è inferiore di 900.000 Euro rispetto al 2014 (8.000.000 di Euro contro 8.900.000 del 2014).

APPROVATI I CRITERI PER BANDO RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA EDIFICI DI PROPRIETÀ DI PICCOLI COMUNI E UNIONI DI COMUNI
Regione Lombardia ha approvato i criteri per l’emanazione del bando da 7 milioni di euro per la riqualificazione energetica degli edifici pubblici di proprietà di piccoli Comuni, Unioni di Comuni, Comuni derivanti da fusione e Comunità Montane. L’iniziativa è resa possibile grazie ai fondi della Comunità europea dedicati ai piani operativi regionali. I contributi saranno a fondo perduto fino al 90 per cento delle spese dell’intervento, iva inclusa, e fino a un massimo di 250.000 euro per ciascun lavoro ammesso, erogabile in due rate. Il bando verrà pubblicato probabilmente in autunno, gli interessati possono trovare a questo link il testo della delibera regionale.

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DELLE ASSOCIAZIONI E SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE LOMBARDE
È stato pubblicato il Bando regionale per la concessione di contributi a sostegno dei Comitati/Delegazioni regionali delle Federazioni sportive nazionali, delle Associazioni e Società sportive dilettantistiche lombarde e delle eccellenze – anno 2015. Il bando mette a disposizione complessivamente 1.200.000,00 euro.
È prevista l’attivazione di tre linee di intervento:
Linea 1 – Comitati/Delegazioni regionali delle FSN
Linea 2 – Associazioni e Società sportive dilettantistiche lombarde senza scopo di lucro iscritte al Registro Nazionale del CONI e/o alla sezione parallela del CIP ed affiliate a Federazioni sportive nazionali, Federazioni sportive paralimpiche, Discipline sportive associate, Enti di promozione sportiva
Linea 3 – Associazioni o Società sportive dilettantistiche rappresentanti l’eccellenza individuate da Regione Lombardia su indicazione delle FSN e delle DSA.
A questo link trovate tutte le informazioni dettagliate sul bando.

Newsletter amministratori 13 maggio 2015

EdiliziaScolasticaGRADUATORIE BANDO FONDI BEI – EDILIZIA SCOLASTICA
Ieri Regione Lombardia ha pubblicato le graduatorie per il bando mutui edilizia scolastica (fondi BEI). Trovate tutti i dettagli a questo link. Si tratta di quattro diverse graduatorie: una per i Comuni (allegato A), una per le Province (allegato B), gli interventi inseriti negli elenchi per le annualità 2016 e 2017 e gli interventi che non è stato possibile includere a causa di vizi formali nella presentazione delle domande (allegato C), le domande ritenute non ammissibili (allegato D).

Gli allegati “A”, “B” e “C” sono stati trasmessi al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che provvederà a trasmettere la documentazione pervenuta da tutte le Regioni al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e ad inserire il tutto in un’unica programmazione nazionale, che potrà trovare attuazione nei limiti delle risorse finanziarie che saranno rese disponibili.
Appena il Governo renderà quindi nota la quantità di fondi a disposizione e la ripartizione tra le Regioni sarà possibile capire quali e quanti Comuni avranno diritto ai finanziamenti.

Per i Comuni che sono stati inseriti negli elenchi C e D il consiglio è quello di chiedere ufficialmente a Regione Lombardia le motivazioni di tali decisioni per valutare eventuali azioni e/o ricorsi.

100 MILIONI DI EURO PER LE INFRASTRUTTURE DEI PICCOLI COMUNI
E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Convenzione che il Ministero delle Infrastrutture ha siglato con ANCI per definire modalità e criteri per l’accesso ai 100 milioni di euromessi a disposizione dallo Sblocca Italia per opere infrastrutturali dei piccoli Comuni.
Le richieste da parte degli Enti interessati (Comuni che, sulla base dei dati anagrafici risultanti dal censimento della popolazione 2011, avevano una popolazione inferiore ai 5.000 abitanti e i Comuni risultanti da fusioni tra Comuni ciascuno dei quali con popolazione inferiore a 5.000 abitanti) possono essere inoltrate a partire dalle ore 9:00 di oggi, mercoledì 13 maggio, secondo le modalità riportate nella convenzione che trovate a questo link. Nel rinviare per i necessari approfondimenti a quanto riportato nella Convenzione e nei relativi allegati, si ricorda che gli interventi per essere ammissibili dovranno rientrare nelle seguenti tipologie:
a) qualificazione e manutenzione del territorio, mediante recupero e riqualificazione di volumetrie esistenti e di aree dismesse, nonché riduzione del rischio idrogeologico;
b) riqualificazione e incremento dell’efficienza energetica del patrimonio edilizio pubblico, nonché realizzazione di impianti di produzione e distribuzione di energia da fonti rinnovabili;
c) messa in sicurezza degli edifici pubblici, con particolare riferimento a quelli scolastici, alle strutture socio-assistenziali di proprietà comunale e alle strutture di maggiore fruizione pubblica.
Sono finanziabili progetti per investimenti da 100 mila a 400 mila euro. L’assegnazione delle risorse statali avverrà in base alle graduatorie definite in relazione alla consistenza dei piccoli Comuni per ogni Regione previa assunzione, da parte dell’Ente interessato, dell’impegno a procedere alla pubblicazione del bando di gara o della determina a contrarre entro il 31 Agosto 2015.

Continua a leggere