Accordo storico sull’alternanza scuola-lavoro

L'immagine può contenere: 3 persone, persone sedute e spazio al chiusoE’ stato firmato oggi pomeriggio a Villa Recalcati l’Accordo quadro interistituzionale per l’alternanza scuola-lavoro in provincia di Varese. Lo hanno sottoscritto: Gunnar Vincenzi, Presidente della Provincia di Varese; Giorgio Zanzi,  Prefetto di Varese; Claudio Merletti, Dirigente Usr Lombardia – At Varese; Giuseppe Albertini, Presidente della Camera di Commercio di Varese; Santa Picone, Direttore Territoriale INAIL; Lucas Maria Gutierrez dell’ATS Insubria; Andrea Larghi, dell’ASST Sette Laghi; Giuseppe Brazzoli, Direttore Generale ASST Valle Olona; Alberto Coen Porisini, Rettore Università dell’Insubria; Federico Visconti, Rettore Università LIUC; Maurizio Tallone, Dirigente Ambito 34; Cristina Boracchi, Dirigente Ambito 35; Marina Bianchi, Dirigente Polo Certificatore per la sicurezza e Nadia Cattaneo, Dirigente Polo Regionale per l’Alternanza. Continua a leggere

Annunci

Disservizi Poste. Bertocchi: cittadini e imprese meritano subito servizi adeguati

postiniLe segnalazioni di pesanti ritardi nella consegna della posta che ci sono arrivate in queste giorni, le ultime quelle di Besozzo, Germignaga e Vergiate, destano preoccupazione. Per questo motivo come Provincia oggi abbiamo chiesto una nuova convocazione del Tavolo provinciale con Poste Italiane, affinché vengano fornite tutte le spiegazioni in merito ai disservizi registrati. Grazie all’iniziativa della Provincia di Varese e con l’aiuto di Regione e Prefettura, siamo già riusciti questa primavera a riportare il servizio postale agli standard adeguati, eliminando i disagi per cittadini, imprese e comuni. Tuttavia in queste settimane di agosto il problema si è ripresentato, a quanto pare di nuovo causato da problemi di sostituzione del personale in ferie. Da qui la nostra preoccupazione. Se, infatti, questo tema non viene affrontato in maniera strutturale il rischio concreto è di ritrovarsi con problemi ancora più pesanti durante i mesi invernali e le festività natalizie, quando i numeri delle consegne sono decisamente maggiori. Provincia di Varese su questo fronte è stata sempre in prima linea, poiché consideriamo l’efficienza del servizio postale un elemento utile per la coesione territoriale e fondamentale per il tessuto socio economico. Ogni mancanza di questo servizio va a penalizzare cittadini, imprese e comunità, in modo particolare quelle medio piccole. Per questo ribadiamo il concetto già espresso qualche mese fa ai referenti di Poste Italiane e a tutti gli operatori postali privati: Provincia di Varese non ha alcuna intenzione di abbassare la guardia finché davvero tutti i Comuni e tutti i cittadini possano godere di un servizio adeguato».

Caos Poste: la Provincia chiede l’intervento del Prefetto

ufficio-postale
Nelle scorse settimane Sindaci, ma anche privati cittadini e aziende hanno contatto Villa Recalcati per segnalare una serie di pesanti ritardi, se non addirittura la mancata consegna della corrispondenza entro le scadenze previste. Il cattivo funzionamento del servizio postale rappresenta oltre che un disagio un danno, soprattutto quando si tratta di corrispondenza con una scadenza ben precisa. Per questo il Presidente della Provincia, Gunnar Vincenzi, ha deciso di chiedere l’intervento del Prefetto affinché Poste Italiane S.p.A. garantisca il servizio così come stabilito dal Contratto di Programma 2015-2019 firmato con il Ministero dello Sviluppo Economico. Continua a leggere

Meno costi e più assistenza negli appalti, grazie alla Provincia.

SUAOggi pomeriggio nell’Ufficio di Presidente di Villa Recalcati sono state sottoscritte le prime convenzioni di adesione alla Stazione Unica Appaltante (Sua) tra Provincia di Varese e i comuni di Daverio, Gorla Minore, Cadegliano, Viggiù, Venegono Inferiore e la Società Partecipata Valmartina.

Con la Stazione Unica appaltante la Provincia fornisce ai Comuni un supporto tecnico, amministrativo e giuridico molto importante, oltre a garantire ai comuni stessi un risparmio importante in termini economici e di personale. Un servizio che caratterizza fortemente l’azione della nuova provincia come ente di secondo livello al servizio del territorio e degli amministratori.

Con le firme di oggi si compie un percorso condiviso passo dopo passo con funzionari e amministratori locali. Anche per quanto riguarda la Stazione Unica Appaltante, come per altro in molte altre decisioni portate avanti da questa amministrazione, abbiamo avuto moltissimi incontri con i comuni e lavorato in sintonia con le loro richieste ed esigenze. E questo metodo, seppur più faticoso e lungo, deve rappresentare questo modo di operare in qualità di amministratori.

Qui di seguito la scheda tecnica della SUA.

Continua a leggere