Notizie dal territorio #1

newsletter_BANDI, CONTRIBUTI, FINANZIAMENTI
Sono diversi i bandi e i contributi che scadono nel mese di ottobre. Mercoledì 4 ottobre chiuderanno i termini per chiedere il contributo regionale per la retta degli asili nido (qui trovate tutte le informazioni dettagliate). Gli Enti pubblici che gestiscono squadre antincendio boschive hanno invece tempo fino al 18 ottobre per presentare domanda di contributo sui fondi europei (tutte le info qui). Il 30 ottobre scade il bando per le “Infrastrutture verdi” rivolto ai proprietari di terreni in ambiti di pianura e collina.
Dal 4 ottobre alle ore 12.00 riaprirà lo sportello del bando “Intraprendo” volto a favorire e stimolare l’imprenditorialità in Lombardia, con particolare attenzione alle iniziative intraprese da under 35 anni o da over 50 anni senza lavoro o da imprese caratterizzate da elevata innovatività e contenuto tecnologico. Continua a leggere

Annunci

Il futuro delle Province? Dimmi la tua!

lombardiaIl web oggi permette di sperimentare nuovi metodi di partecipazione e di coinvolgimento. Il Partito Democratico della provincia di Varese ha deciso di utilizzare il portale “PDì la tua”, ideato dal partito regionale, per ascoltare e confrontarsi in maniera aperta con iscritti, elettori ed amministratori locali. La prima consultazione indetta riguarda un tema istituzionale che coinvolge direttamente Sindaci, assessori e consiglieri comunali: “Province, quale futuro?”. Cinque domande su competenze, sistema elettorale, numero e aree omogenee per iniziare a costruire in maniera condivisa una proposta di riordino degli enti di “area vasta” che parta dal territorio. Per poter partecipare basta registrarsi sul sito http://pdlatua.it/ e accedere alla consultazione “Province, quale futuro?”, sarà possibile partecipare fino a lunedì 12 giugno. I risultati saranno utili per la discussione sul territorio e saranno consegnati ai parlamentari.

Continua a leggere

Strade provinciali e tangenziale di Varese

firmaVenerdì è stato firmato a Villa Recalcati il protocollo d’intesa per il passaggio di 160 chilometri di strade provinciali a Regione e Anas. Un risultato su cui, come Provincia, abbiamo lavorato molto in questi mesi e che, se regione manterrà le promesse e finalizzerà entro l’anno l’accordo finanziario con Anas, ci permetterà di ottimizzare le risorse provinciali per intervenire al meglio sulle altre strade che rimarranno di nostra competenza. A questo link trovate la cartina con le strade coinvolte nell’intesa.

Nella stessa occasione il presidente Maroni ha annunciato che la Tangenziale di Varese diventerà gratuita entro fine 2017, sempre grazie all’accordo con Anas. Da tempo chiediamo la gratuità della tangenziale e questo annuncio ci fa piacere, manca però ogni piano finanziario e la cosa non ci tranquillizza. Il timore che sia un annuncio elettorale e che tutto rimarrà come prima è forte. Sarebbe francamente inaccettabile.

La Provincia di Varese parte civile nel processo sul disavanzo di biancio

SARONNO(VARESE) AULA BUNKER DEL TRIBUNALE LA LEGGE E' UGUALE PER TUTTINel processo penale in corso al Tribunale di Varese sulla pregressa situazione finanziaria di Villa Recalcati relativa al Bilancio 2012 la Provincia di Varese si è costituita parte civile con l’obiettivo di tutelare fino in fondo l’immagine e l’autorevolezza dell’Ente. Provincia di Varese negli atti chiede il risarcimento del danno patrimoniale stimato in 200 mila euro, pari alla mancata decurtazione sulle indennità percepite dal Presidente e dalla Giunta provinciale in carica a quei tempi e che avrebbe dovuto essere applicata a causa dello sforamento del Patto di stabilità. Inoltre la Provincia chiede anche un risarcimento del danno non patrimoniale causato dalla non veridicità del rendiconto, che ha così compromesso l’attività di pianificazione della spesa, mettendo a rischio il buon andamento dei servizi erogati ai cittadini. Va poi ricordato che per gli ulteriori danni relativi al noto disavanzo è in corso un procedimento avanti la Corte dei conti. Continua a leggere

Bene l’assunzione dei postini. Poste ora recuperi i ritardi accumulati.

Bene l’assunzione da parte di Poste Italiane di nuovi postini. Il lavoro fatto dalla Provincia di Varese e dai Comuni comincia a dare i suoi frutti. Continueremo però a vigilare fino a che sarà ripristinato un corretto servizio di consegna della corrispondenza.

poste

Fondi studenti con disabilità: un impegno mantenuto

disabili-1E’ stata una settimana decisiva per quanto riguarda Comuni, famiglie e studenti con disabilità della Provincia di Varese. Martedì 20 l’amministrazione Vincenzi, con l’assestamento di Bilancio, ha destinato più di 800 mila euro per il trasporto e l’assistenza degli alunni disabili, mercoledì 21 Regione Lombardia si è ripresa la competenza sulla materia e quindi la totale responsabilità di elargire i fondi necessari per garantire i servizi a partire dal prossimo anno scolastico.
Voglio esprimere la mia soddisfazione per i risultati raggiungi su un tema così delicato. Provincia di Varese ha condotto in questi mesi, insieme alle altre Province lombarde, una dura battaglia affinché la Regione si assumesse le sue responsabilità e garantisse i fondi necessari per questi servizi. Avevamo detto che su questo tema non avremmo arretrato di un millimetro e così è stato. Dal prossimo anno scolastico non ci saranno più dubbi per gli Enti locali e le famiglie: sarà Regione a dover garantire la gestione e soprattutto la copertura finanziaria dei servizi. Per quanto riguarda invece l’anno scolastico in corso i servizi saranno garantiti da uno stanziamento straordinario di fondi della Provincia di Varese di oltre 800 mila euro, provenienti dalla revisione dei bilanci portata a termine dal Cda e dal nuovo direttore dell’Agenzia Formativa provinciale. Continua a leggere

Vincenzi assegna le deleghe ai consiglieri provinciali

giuntaIl Presidente della Provincia di Varese Gunnar Vincenzi, ai sensi dell’articolo 1 della legge 56/2014 e dell’articolo 14 dello Statuto, ha conferito le deleghe ai consiglieri provinciali.
I cittadini con il netto voto di domenica hanno confermato di volere mantenere le Province. Finisce quindi definitivamente la fase transitoria, torniamo a tutti gli effetti ad essere un ente di rango costituzionale al pari delle Regioni e dei Comuni.

Ecco nei dettagli i compiti della squadra di governo:
Marco Magrini, Vicepresidente con delega alle Attività produttive e ai Rapporti con le Istituzioni;
Paolo Bertocchi, Capogruppo “Civici e Democratici”, delega all’Istruzione e alla Formazione professionale;
Davide Tamborini, Capogruppo “Esperienza Civica”, delega alla Viabilità, Protezione civile e Nucleo faunistico, Sicurezza;
Valerio Mariani, delega all’Ambiente, al Territorio e Trasporti e Tpl;
Giuseppe Licata, delega al Bilancio e alle Politiche per il Lavoro;
Cristina Riva, delega alla Cultura, Turismo e Patrimonio;
Carmelo Lauricella, delega all’Inclusione sociale ed Edilizia scolastica;
Luca Paris, delega al Personale e Stazione unica appaltante.
Il presidente Vincenzi seguirà direttamente le deleghe al Servizio idrico integrato, alle Partecipate e allo Sport.
Continua a leggere

E quindi le Province?

gunnar

“E quindi le Province?”. E’ la domanda che oggi in molti mi hanno posto. Facciamo il punto. Dopo il voto di ieri le Province rimangono enti di rango costituzionale al pari di Regioni e Comuni. Il loro funzionamento è normato dalla Costituzione e dalla legge 56/2014 (legge “Delrio”). Il presidente Vincenzi e il Consiglio Provinciale rimarranno in carica fino all’ottobre 2018.
Finisce quindi la fase “di transizione”, un finale forse inaspettato ma così hanno deciso gli elettori. Niente abolizione, si ritorna al 2014.

Grazie a tutti per un grande risultato di squadra

varese-palazzo-recalcati-2La lista “Civici e Democratici” alle elezioni per il rinnovo del Consiglio Provinciale si è confermata prima forza eleggendo ben sei consiglieri. Questo risultato ha permesso al centrosinistra di mantenere una maggioranza in grado di supportare l’attività del presidente Gunnar Vincenzi. Un risultato non scontato. Sapevamo tutti quanto fosse difficile sfidare questo centrodestra, forte di tre città su quattro e rafforzato dalla lista dell’ex vicepresidente Ginelli. Siamo così riusciti a consegnare al presidente Vincenzi una maggioranza capace di portare avanti quanto iniziato in questi primi due anni di mandato. Come capogruppo uscente voglio ringraziare tutti gli amministratori Civici e Democratici. Abbiamo raggiunto i 31.442 voti ponderati, questo vuol dire che abbiamo portato a votare tanti amministratori che hanno creduto nella serietà della nostra proposta, nessuno è rimasto a casa (nel 2014 raggiungemmo i 34.000 voti ma il centrosinistra amministrava due città su quattro). Abbiamo trainato la coalizione mettendo in campo una squadra molto forte e competitiva, nove candidati hanno addirittura hanno superato i 1.800 voti ponderati. Grazie davvero a tutti e 16 i candidati, ciascuno ha portato il proprio contributo. Positiva inoltre è stata la collaborazione con la lista “Esperienza civica” che ha contribuito al risultato. Permettetemi infine un ringraziamento speciale e personale per i consiglieri uscenti Laura Cavalotti e Vincenzo Proto. Entrambi hanno ottenuto più preferenze che nel 2014 ma non sono riusciti a confermarsi. A loro va un grazie gigantesco per come hanno seguito la delicatissima partita del bilancio. Tutti conoscete l’enorme lavoro che ha fatto Laura in questi due anni, e l’importanza della Stazione Unica Appaltante della quale Vincenzo ha coordinato la delicata fase di avvio. Entrambi insieme ad Alberto Tognola, Fabrizio Mirabelli e Alfonso Attardo hanno servito (e credetemi è il caso di usare questo verbo) l’istituzione provinciale lungo tutto il loro mandato con grande competenza e senza risparmiarsi un secondo.

Il gruppo consiliare dei Civici e Democratici per il biennio 2016/2018 sarà così composto:

Paolo Bertocchi (4.966 voti ponderati),
Valerio Mariani (3.966),
Giuseppe Licata (3.523),
Luca Paris (2.974),
Carmelo Lauricella (2.911)

 

Newsletter amministratori, 5 aprile 2016

alfa
ALFA E’ OPERATIVA
Dall’inizio di aprile è operativo il servizio di Alfa Srl, la società a capitale interamente pubblico che arriverà a gestire tutto il ciclo idrico integrato dei nostri 139 Comuni. In pochi ci credevano dopo 10 anni di ritardi e rinvii. L’amministrazione Vincenzi in un anno e mezzo ci è riuscita con serietà e caparbietà. Alfa è una società totalmente pubblica, che rispecchia la volontà referendaria dei cittadini. Il lavoro fatto è stato complesso e faticoso, ma oggi possiamo dirci soddisfatti e orgogliosi del risultato. Il valore di un bene prezioso come l’acqua non è solo una questione di costi, ma anche di investimenti che il nuovo gestore unico potrà fare e porterà avanti per tutelare e garantire la qualità dell’acqua che scende dai rubinetti delle nostre abitazioni.
Voluta dalla Provincia e dai Sindaci, Alfa parte con 100 dipendenti ed è già operativa nei primi 20 comuni (quelli serviti da Agesp e Amsc con i quali sono stati siglati i contratti di affitto dei rami idrici). Il lavoro di Alfa è però solo all’inizio, ora inizia il percorso di ampliamento e consolidamento attraverso i processi di integrazione della varie società ancora operanti sul territorio provinciale e delle così dette “gestione in economia” portate avanti dai Comuni soprattutto nel nord della nostra Provincia.

BANDO RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA PICCOLI COMUNI
Grazie all’interrogazione e all’interpellanza presentate dal Partito Democratico, Regione Lombardia ha oggi comunicato che alla luce del cattivo funzionamento del “clik day” del primo marzo scorso sarà presto pubblicato un nuovo bando per la “la riqualificazione energetica degli edifici pubblici di proprietà di piccoli comuni, unioni di comuni, comuni derivanti da fusione e comunità montane” in attuazione della delibera della Giunta regionale n. 3904 del 24.07.2015. La dotazione sarà di circa 8 milioni di euro. Inoltre come richiesto dal PD la selezione delle domande non avverrà più con lo strumento del “click day” ma con criteri e requisiti decisi preliminarmente insieme ad ANCI ed ai rappresentanti dei piccoli Comuni.

CORSO DI FORMAZIONE AMMINISTRATORI
Anche quest’anno il Partito Democratico organizza nel mese di aprile il corso per amministratori, rivolto a chi già riveste ruoli istituzionali ma anche a chi ha deciso di candidarsi in vista delle prossime elezioni amministrative di giugno che vedranno coinvolti 54 Comuni.
I primi due incontri saranno riservati alle buone pratiche amministrative, nel dettaglio parleremo di progetti di sicurezza e controllo del vicinato, approfondiremo l’esperienza delbilancio partecipato, conosceremo esempi positivi di accoglienza dei profughi e verificheremo i benefici e le difficoltà dei processi di fusioni e unioni di Comuni. Temi utili per l’attività amministrativa e per costruire un buon programma elettorale.
Il terzo incontro invece sarà dedicato alla macchina comunale, le sue leggi e le sue regole in costante aggiornamento.
1) Lunedì 11 aprile – Buone pratiche amministrative: Sicurezza e controllo di vicinato, Bilancio partecipato
2) Lunedì 18 aprile – Buone pratiche amministrative: Accoglienza e integrazione, Fusioni/Unioni di Comuni
3) Martedì 26 aprile – Politica e Amministrazione: la macchina comunale
Gli incontri si svolgeranno presso la sede provinciale del PD in Via Monte Rosa n. 26 a Varese a partire dalle ore 21.00.
Per informazioni e iscrizioni inviare una mail al seguente indirizzo: info@pdvarese.itla partecipazione è gratuita.

CONVEGNO SUI FONDI EUROPEI DEL PROGRAMMA “EUROPA PER I CITTADINI”
Il Partito Democratico lombardo organizza per giovedì 7 aprile alle ore 17.00, il convegno “Finanziamenti Europei: le opportunità per gli Enti Locali” presso il Consiglio Regionale (Palazzo Pirelli, Via F. Filzi 22, Milano). L’incontro sarà dedicato al programma “Europa per i cittadini” finanziato dalla Commissione Europea. Saranno presenti l’On. Alessia Mosca, deputata al Parlamento Europeo, e il dottor Paolo Bonaldi, esperto di finanziamenti europei.
Con lo scopo di avvicinare l’Unione ai cittadini europei, il Programma “Europa per i cittadini 2014-2020” persegue i seguenti obiettivi generali:
– sensibilizzare i cittadini alla conoscenza dell’Unione Europea, della sua storia e della sua diversità nonché ricchezza culturale;
– promuovere la cittadinanza europea e migliorare le condizioni per la partecipazione civica e democratica a livello europeo.
I bandi di “Europa per i cittadini” sono per gli Enti Locali occasione preziosa per organizzare proposte di gemellaggio ma anche iniziative di tipo culturale ed educativo, in collaborazione con altre municipalità di Paesi europei, su temi oggi di assoluta rilevanza quali europeismo e futuro del progetto europeo, integrazione e multiculturalità, educazione e partecipazione civica.