Riforma del Terzo settore, negoziazione sociale, nuovo ospedale Busto

Nessun testo alternativo automatico disponibile.Lunedì 23 presentazione della riforma del Terzo settore
Negli scorsi mesi il Governo ha deliberato i decreti di attuazione della legge delega sul Terzo settore. Per questo motivo il Partito Democratico della provincia di Varese ha voluto promuovere un incontro con chi questa legge l’ha promossa, costruita e seguita. Lunedì 23 ottobre alle 18.30, a Varese, presso il Collegio De Filippi in via Brambilla 15, si terrà infatti un incontro pubblico con l’On. Luigi Bobba, Sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
L’incontro sarà l’occasione per fare il punto su quanto già fatto e su quanto c’è ancora da fare sulla riforma del Terzo Settore recentemente approvata.
Saranno presenti anche alcuni dei principali protagonisti del mondo del non profit che in provincia di Varese è una realtà molto vivace e significativa. Vista l’importanza del tema per il nostro territorio, tutti gli amministratori “Civici e Democratici” sono inviati.
Continua a leggere

Annunci

Il futuro delle Province? Dimmi la tua!

lombardiaIl web oggi permette di sperimentare nuovi metodi di partecipazione e di coinvolgimento. Il Partito Democratico della provincia di Varese ha deciso di utilizzare il portale “PDì la tua”, ideato dal partito regionale, per ascoltare e confrontarsi in maniera aperta con iscritti, elettori ed amministratori locali. La prima consultazione indetta riguarda un tema istituzionale che coinvolge direttamente Sindaci, assessori e consiglieri comunali: “Province, quale futuro?”. Cinque domande su competenze, sistema elettorale, numero e aree omogenee per iniziare a costruire in maniera condivisa una proposta di riordino degli enti di “area vasta” che parta dal territorio. Per poter partecipare basta registrarsi sul sito http://pdlatua.it/ e accedere alla consultazione “Province, quale futuro?”, sarà possibile partecipare fino a lunedì 12 giugno. I risultati saranno utili per la discussione sul territorio e saranno consegnati ai parlamentari.

Continua a leggere

Formazione professionale pubblica, ecco il piano di rilancio in provincia di Varese

agenbziaLa scorsa settimana il Consiglio provinciale ha approvato il piano di rilancio della Formazione Professionale pubblica in provincia di Varese. E’ un risultato importante per l’amministrazione Vincenzi, che in questi anni ha messo la formazione pubblica e l’istruzione al primo posto tra le sue priorità, nonostante le note difficoltà economiche.
Quando si parla di formazione pubblica in provincia di Varese parliamo di 5 sedi (Varese, Luino, Gallarate, Tradate più il Centro di Formazione Professionale ed Inserimento Lavorativo per persone disabili di Varese), 1290 alunni dei corsi triennali, 386 partecipanti ai corsi di formazione per gli adulti, 201 operatori (149 docenti/educatori, 34 amministrativi, 13 collaboratori scolastici e 5 responsabili di sede).
Questi gli obiettivi della “riforma” varata dal Consiglio provinciale:

Autonomia e stabilità economica. Stiamo costruendo un’agenzia in grado di trovare le proprie risorse sul mercato della formazione (sistema dotale, fondi interprofessionali, fondi europei, corsi autofinanziati). Fino allo scorso esercizio la Provincia copriva il 21% delle spese dell’Agenzia, una quota ridotta al 6,6% già nel 2016 grazie al lavoro del Cda nominato da Vincenzi a inizio 2016. Un bilancio solido e indipendente permette maggiori possibilità di investimenti. Se ne occuperà la Struttura innovazione e sviluppo dell’Agenzia, una delle novità approvate dal Consiglio provinciale.

Continua a leggere

Riforma delle Province. Stato e Regione facciano in fretta e bene.

La riforma delle Province (riforma Delrio) è arrivata ad un momento cruciale. La conversione in legge del Decreto enti locali in Parlamento e l’applicazione della legge regionale n. 19, votata al Pirellone il 30 giugno scorso, sono due passaggi cruciali verso la trasformazione del vecchio ente provinciale nel nuovo ente di secondo livello immaginato dal legislatore. Insieme ai parlamentari del PD stiamo lavorando affinché la riforma sia completata al meglio. Contemporaneamente abbiamo chiesto alla Regione certezze sui trasferimenti di personale e dei fondi (trasporto locale e formazione professionali i fronti più caldi). Il disavanzo di bilancio che abbiamo ereditato fa del nostro territorio uno dei più esposti al rischio di default.
Qui trovate il testo integrale della mia intervista pubblicata dal quotidiano La Prealpina.
intervista preapina

Newsletter amministratori, 30 giugno 2015

LA CORTE DEI CONTI CERTIFICA RELAZIONE DEI REVISORI DEI CONTI DELLA PROVINCIA
La Corte dei Conti, sezione Regionale di controllo della Lombardia, con delibera 223/2015/PRSP ha accertato quanto espresso nella relazione dei revisori dei conti della Provincia di Varese. La corte ha confermato l’oggettiva difficoltà finanziaria a causa della presenza di profili di criticità nella sana gestione finanziaria dell’ente.

corte-dei-conti (1)Criticità riferita alla presenza in bilancio di residui attivi senza idonei titoli giuridici o pezze giustificative adeguate per il mantenimento delle somme in questione (28 milioni di euro). A queste cifra vanno sommati i 20 milioni di euro non accantonati nel 2014 per gli effetti della spending review che lo Stato sta già procedendo a recuperare. Si ha così la dimensione della difficoltà economica della Provincia di Varese, una criticità non causata dalla Riforma Delrio, che è invece causa di altre criticità per tutte le Province italiane, ma è la situazione che abbiamo ereditato a Villa Recalcati. Ora quello che spetta a noi è attuare tutte le azioni possibili per evitare il dissesto finanziario, tutelando l’Ente e i suoi dipendenti. Accertare invece le eventuali responsabilità personali è compito della magistratura contabile che, dopo la nostra segnalazione, tramite la procura della Corte dei Conti ha aperto un’inchiesta acquisendo gli atti relativi ai bilanci della Provincia di Varese 2012, 2013 e 2014. Ritenendo doveroso e necessario condividere con tutti i Sindaci quanto disposto dalla Corte il Presidente Vincenzi ha convocato l’Assemblea dei Sindaci della Provincia di Varese per sabato 4 luglio alle ore 10 presso la Sala Convegni di Villa Recalcati.

RISULTATI BANDI ANNO 2015 FONDAZIONE COMUNITARIA DEL VARESOTTO
Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus ha deliberato contributi per € 1.447.500,00 relativi a n. 147 progetti nell’ambito dei 6 Bandi Anno 2015 emessi con scadenza 29 aprile u.s. con fondi territoriali della Fondazione Cariplo. Sono pervenute oltre 300 richieste di contributo per un importo complessivo di oltre quattro milioni e mezzo di euro e per costi degli investimenti di quasi dieci milioni di euro ai quali vanno aggiunti il valore delle attività dei Volontari e dei beni e servizi forniti da terzi alle Organizzazioni beneficiarie. Si è trattato del massimo livello di progetti e richieste di contributi presentati nei tredici anni di attività della Fondazione. I progetti hanno un elevato livello qualitativo indice della grande progettualità del territorio della Provincia di Varese.
A questo link potete trovare l’elenchi degli assegnatari dei contributi 2015.

RIFORMA DELLA SANITÀ. ASSEMBLEA PUBBLICA VENERDÌ 3 LUGLIO.
Martedì 14 luglio approderà in Consiglio regionale il progetto di legge sulla riforma sanitaria proposto dal Presidente Maroni. Si tratta però di una riforma mancata, un compromesso al ribasso dovuto alle pesanti divisioni della maggioranza di centrodestra. Tanta, troppa attenzione ai livelli di “governance” e pochissima ai ticket, alle lista di attesa, al ruolo dei Comuni, ai problemi con cui tutti i giorni si misurano i cittadini.
Per discutere su un passaggio così importante per il nostro territorio il Partito Democratico ha organizzato un’assemblea pubblica sul futuro della sanità regionale VENERDÌ 3 LUGLIO, a Varese alle ore 21.00 presso la festa democratica della Schiranna in via Vigevano, alla quale parteciperanno il segretario regionale Alessandro Alfieri e il capogruppo PD in Commissione Sanità Carlo Borghetti.

RIFORMA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, IL GOVERNO INCONTRA GLI AMMINISTRATORI A VARESE. LUNEDÌ 6 LUGLIO.
Il Sottosegretario di Stato al Ministero della pubblica amministrazione, Angelo Rughetti, sarà presente a Varese il giorno LUNEDÌ 6 LUGLIO per due incontri in cui si discuterà di riforma della pubblica Amministrazione e di tassazione locale. Il primo incontro sarà riservato agli amministratori e si terrà alle ore 18.30 presso l’Istituto Interpreti e Traduttori di Varese in Via Cavour 30. Si discuterà della riforma della pubblica amministrazione e dei suoi effetti sul territorio.
Alle ore 21.00, sempre presso l’Istituto Interpreti e Traduttori, ci sarà invece un incontro pubblico dal titolo “La Riforma della pubblica amministrazione”. Il sottosegretario Rughetti sarà affiancato da Samuele Astuti, Segretario Provinciale e Sindaco di Malnate, e dall’onorevole Angelo Senaldi.

La verità sul “salvataggio” del Centro Geofisico Prealpino

IMG_7930Chiariamoci subito, che l’eccellente attività del Centro Geofisico Prealpino possa continuare è una bellissima notizia. Non si può però tacere sul percorso che ha portato al “salvataggio”. Un teatrino di dubbio gusto messo in campo da Regione Lombardia e dal Comune di Varese.

La prima ad interessarsi del futuro del Centro era stata la Provincia, preoccupata dall’impossibilità di sottoscrivere per il 2015 una nuova convenzione da 180.0000 euro (tanto era il trasferimento annuo provinciale alla struttura legata indissolubilmente al nome del professor Furia). Il Presidente Vincenzi  aveva promosso un tavolo istituzionale con Provincia, Regione e Comune di Varese per trovare insieme una soluzione. Senza sceneggiate di “parte” con l’obiettivo di trovare fondi, evitando di strumentalizzare il problema.  Continua a leggere