News dal territorio, 18 settembre 2017

newsletter-cellulareMARTEDI’ 26 INCONTRO SU AZZONAMENTO NUOVI AMBITI DISTRETTUALI
In applicazione della riforma sanitaria Regione Lombardia dovrà deliberare entro dicembre gli ambiti distrettuali (“piani di zona”) che dovranno raggiungere la soglia minima di 80.000 abitanti (deroghe invece sono previste in casi particolari, come ad esempio la presenza di Comunità montane e/o aereoporti). Al fine di verificare la congruenza tra i confini dei vecchi e dei nuovi ambiti distrettuali, ed eventualmente avanzare una proposta alla Regione, è convocato un incontro degli amministratori “Civici e Democratici” interessati, MARTEDI’ 26 SETTEMBRE alle ore 19.00 a Varese, presso la sede provinciale del Pd (viale Monte Rosa).

MERCOLEDI’ CONFERENZA DEI COMUNI DELL’ATO
Mercoledì 20 settembre, alle ore 17.00 si terrà a Varese, presso la sede della Provincia la Conferenza dei Comuni dell’Ambito Territoriale Ottimale della Provincia di Varese.  All’ordine del giorno due importanti delibere.

Annunci

Newsletter amministratori, 23 marzo 2017

newsletterDISSERVIZI POSTE ITALIANE, REPORT TAVOLI DI MONITORAGGIO PROVINCIALI E REGIONALI
Giovedì 9 marzo e venerdì 17 marzo si sono riuniti il tavolo provinciale e il tavolo regionale di monitoraggio sui disservizi postali.
Il 9 marzo a Varese presso la sede UTR di viale Belforte erano presenti Regione, Provincia, Poste Italiane e 17 Comuni. A un mese dal primo incontro in Prefettura, convocato dal Prefetto su richiesta del Presidente della Provincia di Varese, si è trattato di un importante momento di aggiornamento sulla situazione a livello provinciale. Gli enti locali hanno rilevato che il servizio di consegna della corrispondenza sta lentamente migliorando, anche se la strada è ancora lunga. Dei 53 comuni che hanno segnalato i disservizi al mese di gennaio una trentina hanno registrato un miglioramento nelle consegne. Poste Italiane ha, infatti, comunicato che è stato dato seguito all’impegno delle assunzioni dei portalettere. Quindi si va verso il ripristino di un servizio adeguato. Resta invece ancora aperto il tema relativo alle bollette per i cittadini che hanno scelto la domiciliazione delle utenze con ritardi imputabili a Poste, ad altri vettori come Nexive o alle società che emettono i titoli di pagamento. Ritenendo positivo, ma non risolutivo, l’esito del tavolo come Provincia abbiamo chiesto a Regione Lombardia e a Poste Italiane di riconvocare il tavolo provinciale entro maggio per verificare con puntualità l’evolversi della situazione.

Venerdì 17 marzo si è invece svolto a Milano, presso Palazzo Lombardia, il tavolo regionale. In quell’occasione le Province di Varese e di Brescia, a nome di tutti i territori, hanno chiesto che il tavolo continui a riunirsi periodicamente, al fine di poter effettuare un costante monitoraggio della situazione, ma soprattutto per verificare che i miglioramenti adottati diventino strutturali e non siano legati all’emergenza degli ultimi mesi. E’ evidente che l’auspicio di tutti è che gli errori commessi non si ripetano più e che le annunciate future riorganizzazioni di Poste Italiane tengano conto di quanto accaduto affinché non si registri un nuovo scadimento del servizio.
Continua a leggere

Newsletter amministratori, 8 novembre 2016

newsletter-icon
LEGGE DI BILANCIO, LE MISURE PER GLI ENTI LOCALI
Il testo del disegno di legge “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019” è attualmente in discussione alla Camera dei Deputati. Diverse le misure che riguardano gli enti locali. A questo link trovate una prima presentazione riassuntiva delle principali novità redatta dal consigliere economico della Presidenza del Consiglio Luigi Marattin. Ovviamente vi terrò informati lungo l’iter di approvazione.

 
SAMUELE ASTUTI ELETTO PRESIDENTE DELLA CONFERENZA DEI SINDACI DELL’ATS DELL’INSUBRIA

Si è tenuta ieri l’elezione degli organi di rappresentanza dell’Agenzia di tutela della salute dell’Insubria (l’agenzia che sostituisce le vecchie ASL e che riunisce tutti i Comuni della Provincia di Varese e i Comuni della Provincia di Como, escluso l’alto Lario). Samuele Astuti (Sindaco di Malnate) è stato eletto presidente, come vicepresidente è stata eletta Alessandra Pozzoli, Sindaco di Arosio (CO), mentre sono stati eletti consiglieri Paolo Furgoni, Sindaco di Cernobbio (CO),  Stefano Bellaria, Sindaco di Somma Lombardo e Cristina Bertuletti, Sindaco di Gazzada Schianno.

Un sincero grazie va a tutti i Sindaci e agli amministratori che hanno reso possibile questo importante risultato, non scontato per il nostro territorio. I “Civici e Democratici” hanno eletto ben tre componenti su cinque (Astuti, Bellaria e Furgoni) e saranno il motore di questo nuovo organismo che è lo strumento attraverso il quale i Comuni perseguono l’integrazione dei servizi socio-sanitari e provvedono alla formulazione, nell’ambito della programmazione regionale, delle linee d’indirizzo per l’impostazione delle attività dell’Ats.
La prima dichiarazione di Astuti: «La mia candidatura è stata avanzata con l’intento prestare un servizio nei confronti delle comunità di cui fanno parte i Comuni dell’ATS dell’Insubria. Sono certo che, insieme potremo svolgere un lavoro proficuo a favore dei nostri territori. Il nostro ruolo, collettivamente, è infatti molto importante: la conferenza dei Sindaci, tra gli altri compiti, formula proposte per l’organizzazione territoriale dell’attività sociosanitaria e socioassistenziale, partecipa inoltre alla definizione dei piani sociosanitari territoriali e verifica lo stato di attuazione dei programmi e dei progetti di competenza delle ATS. Un impegno che intendo portare avanti insieme a tutti i Sindaci che ringrazio per la fiducia che mi hanno accordato. Ci sono tante sfide da affrontare insieme per il territorio: dalla valorizzazione dei piccoli punti ospedalieri al miglioramento dei servizi in collaborazione con Regione Lombardia».
 
FORMAZIONE UPEL SULL’ACCOGLIENZA DEI RIFUGIATI
Cari Amministratori,
come ben sapete, la Rete civica dei Sindaci per l’accoglienza sta operando efficacemente da vari mesi a supporto delle Amministrazioni Comunali impegnate nell’accoglienza dei rifugiati. Nelle scorse settimane abbiamo ritenuto opportuno chiedere a Upel di organizzare un corso specifico su tali questioni, in particolare sul sistema sprar e sul rapporto politiche sociali italiani-stranieri.
A questo link il programma dell’evento. Si terrà il 18 novembre. Vi invitiamo a partecipare e a estendere l’invito ai dipendenti comunali impegnati su questi temi.
Cordialmente
Silvio Aimetti e Fabio Passera
(Portavoci Rete Civica dei Sindaci per l’accoglienza)

Newsletter amministratori, 9 marzo 2016

newsletter
CONFERMA FABBISOGNO INTERVENTI EDILIZIA SCOLASTICA
Gli enti locali sono chiamati a confermare l’attualità degli interventi inseriti nel fabbisogno interventi di edilizia scolastica comunicato al MIUR.
A chi è rivolto?
Enti locali i cui interventi siano stati inclusi:
– nel Piano
– anno 2015, approvato con decreto dirigenziale n. 8878 del 26 ottobre 2015, ma non finanziati per esaurimento delle risorse disponibili (dal numero d’ordine 51 al numero d’ordine 408);
– nel fabbisogno per le annualità 2016 e 2017, approvato con decreto dirigenziale n. 8878 del 26 ottobre 2015.
La dichiarazione di conferma si può presentare fino al 14 marzo.
Inoltre, sulla dotazione finanziaria è riportato quanto segue: Il finanziamento degli interventi che saranno utilmente inseriti nel piano – anno 2016 è subordinato alla effettiva disponibilità delle risorse derivanti dalle economie che saranno accertate e riassegnate a Regione Lombardia per effetto di rinunce, revoche e ribassi d’asta relativi ai progetti finanziati con l’annualità 2015, oltre alle risorse che saranno messe a disposizione per l’integrazione del contratto di mutuo sottoscritto con Cassa Depositi e Prestiti, in attuazione della legge 107/2015, art. 1, comma 176. E’ confermata a favore di Province e Città Metropolitana la riserva di una quota complessiva pari al 25% delle risorse che saranno assegnate a Regione Lombardia.
A questo link tutte le informazioni sul bando mutui edilizia scolastica.

SEZIONI PRIMAVERA ANNO SCOLASTICO 2015/2016
È stato approvato lo schema di intesa tra Regione Lombardia e Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, con il quale vengono definiti i criteri per l’erogazione dei contributi ai servizi educativi a favore dei bambini di età compresa tra i 24 e i 36 mesi. Sono 500.000 euro i fondi per le sezioni primavera per l’anno scolastico  2015/2016.
A questo punto individuati i criteri Regione Lombardia dovrà stabilire le modalità per la selezione delle istituzioni e l’assegnazione dei contributi.
A questo link trovate i criteri deliberati.

IL CONSIGLIO PROVINCIALE APPROVA IL PIANO DI RIEQUILIBRIO
Il Piano di riequilibrio finanziario è uno dei passi fondamentali nel percorso di risanamento dell’Ente Provincia. A seguito dell’approvazione del rendiconto per l’anno 2014, avvenuta nell’agosto 2015, e della decisione di questa amministrazione di attivare la procedura di riequilibrio pluriennale è stato predisposto il piano di risanamento, che verrà spalmato su diverse annualità. Con queste azioni è stata accantonata l’ipotesi di dissesto.
Gli importi che derivano dal rendiconto del 2014 e sono oggetto del piano di rientro sono complessivamente 54 milioni di euro, di cui: 30 milioni e 597 mila euro di disavanzo di amministrazione, come rilevato dal Rendiconto 2014, da ripianare in dieci anni; 3 milioni 823 mila euro quale disavanzo tecnico derivante dal riaccertamento straordinario dei residui, da ripianare in 30 anni; 21 milioni 544 mila euro, quale restituzione allo Stato di risorse derivanti dalla Spending Review, somma non appostata a bilancio e che troveranno copertura decennale.
Come si ripiana:
– il ripiano del disavanzo di 30 milioni e 597 mila euro avverrà per mezzo di operazioni di valorizzazione ed alienazione del patrimonio immobiliare non destinato a funzioni fondamentali dell’ente, oltre che alla revisione e dismissione degli organismi partecipati a partire dalle partecipazione in SEA Aeroporti Milano.
– la restituzione allo Stato di risorse derivanti dai tagli del DL 95/2012, (peraltro già trattenute in termini di cassa dall’Agenzia delle entrate), verranno recuperate con un riparto temporale dal 2016 al 2024, mediante la contrazione e revisione della spesa corrente, di fatto già iniziata nel 2015 con la rinegoziazione dei mutui.
Ministero dell’Interno e Corte dei Conti dovranno ora pronunciarsi in merito al piano.
A questo link trovate la delibera del consiglio con i dettagli sui fattori e le cause dello squilibrio.
A questo link trovate invece indicate le azioni di risanamento.

LA PROCURA DELLA REPUBBLICA HA AVVIATO UN INDAGINE SUL DISAVANZO DELLA PROVINCIA
La scorsa settimana il quotidiano La Prealpina ha reso noto che, a seguito degli esposti dell’amministrazione Vincenzi alla Corte dei Conti, la Procura della Repubblica di Varese ha notificato avvisi di garanzia a “organi di controllo e ad alcuni dirigenti” che hanno redatto e avallato i bilanci incriminati della Provincia di Varese (2012/2013/2014).
Da parte nostra continuerà la massima collaborazione con gli inquirenti affinché emergano completamente le responsabilità di chi ha causato un disavanzo di 54 milioni di euro che oggi mette a rischio i servizi ai Comuni ed ai cittadini. Vi terremo prontamente aggiornati sugli sviluppi delle indagini sia della magistratura contabile che della Procura

NUOVA PROVINCIA: QUALI OPPORTUNITÀ PER IL TERRITORIO?
Si svolgerà Mercoledì 16 Marzo 2016 alle ore 20.45 nella Sala Consiliare di Angera (Piazza Garibaldi, 14) la serata organizzata dal Partito Democratico dei Laghi e la lista Angera Democratica, dal titolo: “Nuova Provincia di Varese: come cambia? Quali opportunità per il nostro territorio?”
Insieme al sottoscritto interverrà Renato Ruffini, Docente all’Università LIUC ed Esperto di Riforme Istituzionali. Modera Michele Mancino, vice-direttore di VareseNews, mentre la serata sarà introdotta da Simone Franceschetto, segretario del locale circolo PD.
Se altre amministrazioni o liste volessero organizzare nel proprio Comune iniziative simili, con la presenza dei consiglieri provinciali “Civici e Democratici”, per discutere e approfondire il ruolo del nuovo ente di area vasta alla luce della riforma Delrio e della riforma costituzionale me lo segnalino.

IL GOVERNO SCRIVE ALLA REGIONE: NESSUNA TASSA SULLA SALUTE VA CHIESTA AI LAVORATORI FRONTALIERI
Il ministero della Sanità ha scritto a Regione Lombardia per bloccare la richiesta di un pagamento (circa 2.400 euro) che dalla fine dello scorso anno l’Asl di Varese chiede ai lavoratori frontalieri per il rinnovo della tessera sanitari regionale. La circolare del Ministero chiarisce la posizione dei frontalieri una volta per tutte: “in considerazione della circostanza che i frontalieri contribuiscono al sistema fiscale nazionale tramite il meccanismo dei ristorni, gli stessi non sono tenuti a versare ulteriori contributi per l’iscrizione al Sistema Sanitario Nazionale al fine di beneficiare dell’assistenza dello stesso”. Su questo tema sono molti gli amministratori che si sono spesi per chiedere chiarezza per i propri concittadini, questa circolare finalmente chiude il caso. Come Provincia ci uniamo ora alle richieste dei lavoratori che chiedono a Regione Lombardia la restituzione dei contributi indebitamente introitati fino ad oggi.