Strade provinciali e tangenziale di Varese

firmaVenerdì è stato firmato a Villa Recalcati il protocollo d’intesa per il passaggio di 160 chilometri di strade provinciali a Regione e Anas. Un risultato su cui, come Provincia, abbiamo lavorato molto in questi mesi e che, se regione manterrà le promesse e finalizzerà entro l’anno l’accordo finanziario con Anas, ci permetterà di ottimizzare le risorse provinciali per intervenire al meglio sulle altre strade che rimarranno di nostra competenza. A questo link trovate la cartina con le strade coinvolte nell’intesa.

Nella stessa occasione il presidente Maroni ha annunciato che la Tangenziale di Varese diventerà gratuita entro fine 2017, sempre grazie all’accordo con Anas. Da tempo chiediamo la gratuità della tangenziale e questo annuncio ci fa piacere, manca però ogni piano finanziario e la cosa non ci tranquillizza. Il timore che sia un annuncio elettorale e che tutto rimarrà come prima è forte. Sarebbe francamente inaccettabile.

Annunci

Estate di lavori e manutenzioni sulla rete stradale provinciale

strada-provincialeNonostante le difficoltà economiche della Provincia non abbassiamo la guardia sui quasi 700 chilometri di strade provinciali. Ecco l’aggiornamento sui cantieri ultimati e su quelli in corso.

I cantieri appena ultimati. Si sono appena conclusi i lavori di ingegneria idraulico ambientale lungo la Sp 5 della Val Veddasca, nel tratto tra Graglio e Indemini. Qui l’intervento ha portato alla sistemazione del versante boschivo e alla creazione di un canale di raccolta delle acque per evitare eventuali frane sulla sede stradale in caso di abbondanti e prolungate piogge. Cantiere chiuso anche sulla Sp 341 tra Varese e Gazzada Schianno. Realizzata una nuova rotatoria finalizzata a riordinare e mettere in sicurezza il traffico in entrata e in uscita dalla città. Tra i lavori portati avanti dalla Provincia di Varese occorre segnalare anche le nuove asfaltature realizzate prima dell’inverno per un totale di circa 30 chilometri e gli interventi di somma urgenza a seguito del maltempo invernale, che hanno richiesto un impegno economico pari a 650 mila euro, interamente finanziati da Villa Recalcati.

Continua a leggere